Cantalice sacrificata

Rieti, «Stazione Montana»: Cantalice sacrificata in nome della Regione
Via il Conetto, via gli impianti previsti nella zona dell’Acqua Santa e avanti con il progetto Terminillo Stazione Montana: dopo otto mesi di trattative «a fari spenti»in Regione e tra Comuni su cosa tenere e cosa tagliare di Tsm, il Consorzio Smile mette nero su bianco una proposta di revisione del progetto. Obiettivo, portare a casa le ultime due autorizzazioni mancanti, vale a dire la valutazione di incidenza ambientale (su cui il progetto si arenò nel luglio dello scorso anno) propedeutica alla valutazione di impatto ambientale. Ad essere sacrificata è buona parte dell’impiantistica prevista nel territorio di Cantalice: zona non antropizzata, rispetto alla quale tanto i valutatori del progetto quanto i tecnici della Regione avevano di fatto posto il veto. Il Consorzio insiste invece sulle opere di collegamento tra il versante reatino e quello leonessano, che da Micigliano impattano su Sella di Leonessa, Vallonina e Fonte Nova. Un’impostazione considerata al ribasso da Cantalice, che nei mesi scorsi aveva minacciato di far saltare il tavolo interistituzionale che in questi mesi tra Provincia e Regione ha ospitato le trattative.

Rieti, «Stazione Montana»: Cantalice sacrificata in nome della Regione
Via il Conetto, via gli impianti previsti nella zona dell’Acqua Santa e avanti con il progetto Terminillo Stazione Montana: dopo otto mesi di trattative «a fari spenti»in Regione e tra Comuni su cosa tenere e cosa tagliare di Tsm, il Consorzio Smile mette nero su bianco una proposta di revisione del progetto. Obiettivo, portare a casa le ultime due autorizzazioni mancanti, vale a dire la valutazione di incidenza ambientale (su cui il progetto si arenò nel luglio dello scorso anno) propedeutica alla valutazione di impatto ambientale. Ad essere sacrificata è buona parte dell’impiantistica prevista nel territorio di Cantalice: zona non antropizzata, rispetto alla quale tanto i valutatori del progetto quanto i tecnici della Regione avevano di fatto posto il veto. Il Consorzio insiste invece sulle opere di collegamento tra il versante reatino e quello leonessano, che da Micigliano impattano su Sella di Leonessa, Vallonina e Fonte Nova. Un’impostazione considerata al ribasso da Cantalice, che nei mesi scorsi aveva minacciato di far saltare il tavolo interistituzionale che in questi mesi tra Provincia e Regione ha ospitato le trattative. IL TAGLIO
«Questa è la nostra proposta. Cantalice ne esce ridimensionata, è vero, ma quello che conta è il discorso di prospettiva. La nostra proposta tiene da un punto di vista economico e come tale la sosteniamo dice il presidente del Consorzio, Paolo Trancassini Chiederemo ai nostri valutatori di rimodulare un parere per poi sottoporci al giudizio della Regione. E’ una proposta nata dopo un confronto non semplice ma che riteniamo possa avere le carte in regola per ottenere le autorizzazioni mancanti e speriamo che le associazioni ambientaliste colgano lo sforzo che abbiamo fatto. L’abbiamo accompagnata con una serie di proposte per così dire compensative: come Consorzio ci impegniamo infatti a fare rimboschimenti, bonificare e rinaturalizzare le aree che ne hanno bisogno, riqualificare i vivai e i rifugi abbandonati, mettere a sistema la gestione di piscina provinciale e campo d’altura comunale. In una parola: ci candidiamo a gestire il sistema-Terminillo. Per questo abbiamo aperto il Consorzio a tutte quelle associazioni di categoria che hanno a cuore lo sviluppo del territorio, Camera di commercio e Ascom in primis. Naturalmente speriamo anche di convincere chi fin qui rispetto al Consorzio è stato piuttosto tiepido».
Ogni riferimento al Comune di Rieti non è puramente casuale. Fin qui, il sindaco Simone Petrangeli, pur avendo rotto gli indugi e mostrato di sposare con un inedito entusiasmo il progetto Tsm rivisto e notevolmente alleggerito, non ha mai aderito al Consorzio di cui fanno parte Leonessa, Cantalice e Micigliano. L’assessore all’Ambiente Carlo Ubertini al Consorzio inter-comunale ha sempre dichiarato di preferire la forma-gestione del Parco regionale e lì ci si è arenati. Nel frattempo, con l’estate, si ripropone il dilemma Vallonina: la panoramica che collega Terminillo a Leonessa per la Provincia non può essere aperta al transito per motivi di sicurezza. Ma il sindaco di Leonessa Trancassini protesta e preme perché si apra. Nel dubbio, passano tutti. Sperando che non cadano massi.
di Alessandra Lancia

Coppa Carotti CHIUSA

Rieti, è definito l’annullamento della Coppa Carotti a luglio
E’ definitivamente tramontata nel pomeriggio la possibilità di salvare l’edizione 2016 della cronoscalata di automobilismo Coppa Carotti. Fino all’ultimo un gruppo di piloti e appassionati storici ha tentato di trovare i soldi necessari per completare il budget di 130 mila euro ma senza fortuna.

Rieti, è definito l’annullamento della Coppa Carotti a luglio
E’ definitivamente tramontata nel pomeriggio la possibilità di salvare l’edizione 2016 della cronoscalata di automobilismo Coppa Carotti. Fino all’ultimo un gruppo di piloti e appassionati storici ha tentato di trovare i soldi necessari per completare il budget di 130 mila euro ma senza fortuna.

All’appello sono mancati 40 mila euro, impossibili da trovare nonostante i tentativi messi in  campo nelle ultime dodici ore dai ragazzi del Motorame. Quest’anno, dunque, niente motori a rombare lungo la Terminillese dopo 53 edizioni.

 

Marathon: Anche Luca Panichi presente

Marathon: Anche Luca Panichi presente
Dopo Petacchi anche Luca Panichi sarà presente alla Terminillo Marathon in programma domenica 5 Giugno.
Finalmente è alle porte l’appuntamento con la Terminillo Marathon: domenica 5 giugno si celebra la seconda edizione con il Rieti Riding Sport Club che sta mettendo tanto impegno e una fatica organizzativa non da poco che si tramuteranno in grandi soddisfazioni per dare il giusto ritorno di immagine alla manifestazione in sé (valevole come quarta prova di Fantabici) e a una delle mete turistiche e sportive più rinomate del Centro Italia sia in inverno che in estate.

Marathon: Anche Luca Panichi presente
Dopo Petacchi anche Luca Panichi sarà presente alla Terminillo Marathon in programma domenica 5 Giugno.
Finalmente è alle porte l’appuntamento con la Terminillo Marathon: domenica 5 giugno si celebra la seconda edizione con il Rieti Riding Sport Club che sta mettendo tanto impegno e una fatica organizzativa non da poco che si tramuteranno in grandi soddisfazioni per dare il giusto ritorno di immagine alla manifestazione in sé (valevole come quarta prova di Fantabici) e a una delle mete turistiche e sportive più rinomate del Centro Italia sia in inverno che in estate. ALTRO SUPER OSPITE — Dopo la conferma di Alessandro Petacchi, un altro ospite illustre ha raccolto l’invito degli organizzatori: Luca Panichi, l’ex dilettante e scalatore in carrozzina, già autore di tante imprese dopo lo Zoncolan, il Gavia e le Tre Cime di Lavaredo, oltre allo Stelvio che affronterà nuovamente il 24 giugno ed anche il Mont Ventoux in Francia il prossimo 14 luglio. “Quest’anno, insieme a voi alla Terminillo Marathon, per la prima volta scalerò tutta la salita a partire da Vazia. Essendo mancato al Giro d’Italia di quest’anno, il Terminillo diventa la prima scalata dell’anno 2016 ad una grande salita del ciclismo”: queste sono le parole a caldo di Panichi che danno valore al gusto della sfida alla Montagna di Roma. Per lui sarà un altro tentativo dopo quello effettuato nella giornata epica sotto la neve alla Tirreno-Adriatico nel 2015.
I PERCORSI — I percorsi di 90 chilometri e di 116 chilometri si snodano tra le località di Greccio, Colli sul Velino, Lago di Piediluco (new entry dell’edizione 2016), Labro, Morro Reatino, Rivodutri, Castelfranco e Vazia, con l’arrivo a Pian de’ Valli che funge anche da fulcro logistico dell’intera organizzazione (iscrizioni, consegna dei pacchi gara, pasta party e premiazioni presso il ristorante Gli Sfizi di Iri a partire da sabato 4 giugno) e con Vazia (Via Leonardo Leonardi, altezza stabilimento Auto Elite) pronta ad ospitare la partenza prevista alle 8:30. Un altro colpo messo a segno dagli organizzatori è la diretta streaming delle fasi di partenza da Vazia e l’arrivo finale a Pian de’ Valli: un’iniziativa per attirare ancora di più tanto pubblico dal vivo ed anche quello del web collegandosi al sitowww.terminillomarathon.com per seguire ogni attimo e tutte le emozioni che solo una granfondo con arrivo ad alta quota sa regalare.
Fonte: comunicato stampa