La Terminillo Marathon

La Terminillo Marathon è firmata Prestigio
Si lavora alacremente per la seconda edizione della Terminillo Marathon in programma domenica 5 giugno: il Rieti Riding Sport Club, sta mettendo in cantiere una gara di grosso spessore e di notevole promozione sportiva e turistica, per celebrare, nel miglior modo possibile, una tra le manifestazioni emergenti del Lazio e del Centro Italia che ha nel Terminillo una meta significativa del ciclismo e di chi vuole fare turismo in bicicletta.
La partnership con Prestigio, leader nella produzione di telai in carbonio, è un surplus che arricchisce l’edizione 2016 della Terminillo Marathon grazie a un forte legame tra il sodalizio reatino e l’azienda di San Marino che produce i migliori telai top di gamma tra strada, fuoristrada, cronometro ed anche per le bici da passeggio.

La Terminillo Marathon è firmata Prestigio
Si lavora alacremente per la seconda edizione della Terminillo Marathon in programma domenica 5 giugno: il Rieti Riding Sport Club, sta mettendo in cantiere una gara di grosso spessore e di notevole promozione sportiva e turistica, per celebrare, nel miglior modo possibile, una tra le manifestazioni emergenti del Lazio e del Centro Italia che ha nel Terminillo una meta significativa del ciclismo e di chi vuole fare turismo in bicicletta.
La partnership con Prestigio, leader nella produzione di telai in carbonio, è un surplus che arricchisce l’edizione 2016 della Terminillo Marathon grazie a un forte legame tra il sodalizio reatino e l’azienda di San Marino che produce i migliori telai top di gamma tra strada, fuoristrada, cronometro ed anche per le bici da passeggio. Stabilità, rigidità e flessione laterale sono i principali parametri di progettazione di una bici di marca Prestigio che ha in Michele Bartoli, il “Leone delle Fiandre”, l’illustre collaudautore allo scopo di migliorare costantemente il prodotto.
L’azienda sanmarinese Prestigio, con il suo factotum Giancarlo Di Marco. ha scelto di affiancare il proprio nome alla Terminillo Marathon per dare valore aggiunto alla granfondo nella montagna più bella dell’Appennino nonché la “Cima Coppi” del circuito Fantabici per via dell’arrivo posto in quota 1675 metri di Campoforogna comune ai due percorsi di 90 chilometri (medio) e 116 chilometri (lungo).
Tra i tanti premi a sorteggio messi in palio dall’organizzazione anche una bici Urban Style della Prestigio progettata per unire il confort di una bicicletta da passeggio alle dinamiche tecniche di una bicicletta da corsa.
Sul web è sempre attivo il sito www.terminillomarathon.com dove sono già consultabili le altimetrie, le planimetrie ed anche le modalità di iscrizione.
Luca Alò
http://www.ilgiornaledellosport.net/notizie-di-ciclismo/item/84866-la-terminillo-maratho-e-firmata-prestigio.html

Un 25 aprile con la neve al Terminillo

Un 25 aprile con la neve al Terminillo
Non capita spesso un 25 aprile con la neve al Terminillo. E invece, nella notte, una spolverata di neve si è posata sui prati e sulle strade della montagna, offrendo un inedito paesaggio invernale a primavera inoltrata. Secondo le previsioni anche nel resto della mattinata potrebbero scendere altri fiocchi.

Un 25 aprile con la neve al Terminillo
Non capita spesso un 25 aprile con la neve al Terminillo. E invece, nella notte, una spolverata di neve si è posata sui prati e sulle strade della montagna, offrendo un inedito paesaggio invernale a primavera inoltrata. Secondo le previsioni anche nel resto della mattinata potrebbero scendere altri fiocchi.

Tornano le temperature rigide, dunque, in una stagione che ha visto arrivare la neve molto tardi rispetto al consueto.

 

Tanti tagli al Terminillo

Riparte Stazione Montana ma con tanti tagli al Terminillo
Terminillo Stazione Montana, eppur si muove. Oggi in Provincia vertice dei sindaci dei Comuni interessati per fare il punto di quanto lasciato per strada e quanto portato a casa in questi mesi di trattative «a fari spenti» in Regione. Una trattativa partita in salita a ottobre, dovendo superare il «no» della valutazione di incidenza, ripartita dopo il cambio dei dirigenti regionali responsabili del procedimento e ora a uno snodo decisivo. Il progetto, da quello che trapela dal Comune di Rieti – dove giovedì il sindaco Petrangeli e il consigliere delegato al Terminillo Simone Munalli hanno incontrato il progettista Fabio Orlandi, il sindaco di Micigliano Emiliano Salvati e il vice presidente del Consorzio Smile Loris Casadei – è stato notevolmente alleggerito.

Riparte Stazione Montana ma con tanti tagli al Terminillo
Terminillo Stazione Montana, eppur si muove. Oggi in Provincia vertice dei sindaci dei Comuni interessati per fare il punto di quanto lasciato per strada e quanto portato a casa in questi mesi di trattative «a fari spenti» in Regione. Una trattativa partita in salita a ottobre, dovendo superare il «no» della valutazione di incidenza, ripartita dopo il cambio dei dirigenti regionali responsabili del procedimento e ora a uno snodo decisivo. Il progetto, da quello che trapela dal Comune di Rieti – dove giovedì il sindaco Petrangeli e il consigliere delegato al Terminillo Simone Munalli hanno incontrato il progettista Fabio Orlandi, il sindaco di Micigliano Emiliano Salvati e il vice presidente del Consorzio Smile Loris Casadei – è stato notevolmente alleggerito. LE MODIFICHE
La mutilazione più dolorosa l’ha subita Cantalice, che si è visto depennare sia la strada di accesso alla montagna e gli impianti previsti nelle zone dell’Acqua Santa e dell’Acerella. Cancellato anche il Conetto – nonostante la seggiovia ancora esistente – e la strada da Micigliano. Di fatto la trattativa tra i tecnici di Tsm e quelli della Regione si è svolta nel «perimetro» del cosiddetto modesto ampliamento dell’impiantistica esistente. C’è da capire se per definire compiutamente l’operazione si debba ricominciare da capo l’iter autorizzatorio – prevedendo la pubblicazione degli elaborati con i tempi necessari alla presentazione di osservazioni e controdeduzioni – o se l’unica procedura da rifare sia quella dell’incidenza ambientale dove ci si arenò a luglio.
Non è un dettaglio da poco, per il valore del fattore «tempo». Il Comune di Micigliano da mesi morde il freno per avviare gli interventi di competenza e iniziare a vedere qualcosa di pronto dalla prossima stagione invernale e non bruciare un altro anno. Complessivamente è tutto il Terminillo che ha bisogno di una «mossa» per iniziare a potenziare l’attuale, debolissima offerta di impianti e servizi e dare un segnale di inversione di tendenza. Leonessa, che nel 2013 partì in solitaria con il restyling degli impianti di Campostella, solo adesso tira il fiato dal punto di vista finanziario: è di pochi giorni fa l’accredito dell’80% dei fondi stanziati dalla Regione per quei lavori, costati al sindaco Trancassini decreti ingiuntivi e un’indagine dell’Anac. Ma gli impianti ci sono. E sono pagati.
di Alessandra Lancia

Lotteria del Terminillo Film Festival

Lotteria del Terminillo Film Festival, ecco chi ha vinto la Jeep Renegade
Ultimo atto per la prima edizione del Terminillo Film Festival: si è tenuta l’estrazione della lotteria abbinata al fortunato festival cinematografico che a febbraio ha portato molte delle stelle e delle nuove promesse del cinema italiano sulla nostra montagna.

Lotteria del Terminillo Film Festival, ecco chi ha vinto la Jeep Renegade
Ultimo atto per la prima edizione del Terminillo Film Festival: si è tenuta l’estrazione della lotteria abbinata al fortunato festival cinematografico che a febbraio ha portato molte delle stelle e delle nuove promesse del cinema italiano sulla nostra montagna. I NUMERI ESTRATTI
1′ premio – Jeep Renegade – N.13585
2′ premio – GoPro 4 Black – N.05194
3′ premio – Voucher week end – N.20023
4′ premio – GoPro Hero – N.02910
5′ premio – Buono lezioni sci – N.13550
6′ premio – Voucher lezioni wakeboard – N.05034