11° Ski Tour al Terminillo

Freerider Sport Events: passione ed entusiasmo in monosci
“E’ la prima conferenza stampa della nostra storia ma per quanto ho visto e sentito valeva la pena aspettare 10 anni per farla”.
Queste le parole del Presidente della Freerider Sport Events, Giulio Broggini, all’inizio della presentazione dell’11° edizione dello Ski Tour organizzato dall’associazione varesina che nel corso degli anni ha insegnato lo sci da seduti ad oltre 1000 persone con ogni disabilità neuromotoria.

Freerider Sport Events: passione ed entusiasmo in monosci
“E’ la prima conferenza stampa della nostra storia ma per quanto ho visto e sentito valeva la pena aspettare 10 anni per farla”.
Queste le parole del Presidente della Freerider Sport Events, Giulio Broggini, all’inizio della presentazione dell’11° edizione dello Ski Tour organizzato dall’associazione varesina che nel corso degli anni ha insegnato lo sci da seduti ad oltre 1000 persone con ogni disabilità neuromotoria.

“Siamo cresciuti per i numeri che abbiamo raggiunto, non nello staff  e nell’organizzazione. Quello che può sembrare un limite sono certo che invece rappresenti la nostra forza e le presenze dioggi qui all’Art Hotel di Varese sono per noi gratificanti e motivo d’orgoglio al pari della partner ship con l’azienda Teleflex e il Centro Addestramento Alpino della Polizia di Stato di Moena”.
Ospiti della presentazione all’Art Hotel di Varese dello Ski Tour Freerider Sport Events 2013/2014: l’Ass.re allo Sport della Regione Lombardia, Antonio Rossi, il Sindaco di Varese, Attilio Fontana,  il Direttore Generale dell’Assessorato alla Famiglia, Solidarietà sociale e Volontariato della Regione Lombardia Giovanni Daverio, il Direttore Sociale dell’ASL di Varese Lucas Maria Gutierrez, l’Ispettore Capo del Centro Addestramento della Scuola Alpina di Moena della Polizia di Stato, Graziano Bortolotti e l’Istruttore di Pet Therapy dell’ Associazione Unità Spinale dell’Ospedale Niguarda Cà Granda di Milano Enzo Panelli.
Ad entrare nel cuore dello Ski Tour sgranando le 12 tappe distribuite in 8 Regioni ci ha pensato il responsabile tecnico Nicola Busata.
“Rispetto alla scorsa stagione abbiamo la novità del Terminillo dedicata ai nostri nuovi amici dell’Associazione “art4sport” e finanziata dalla Regione Lazio. Inizieremo l’11 dicembre a Folgaria con il meeting riservato agli operatori del settore. Poi ripartiremo nel gennaio 2014 da Sestola (10-11-12) alla quale seguiranno gli appuntamenti di Madesimo (17-18-19) e Abetone (24-25-26). Tre le tappe in programma anche in febbraio con la doppietta a Roccaraso (3-4-5 e 24-25-26), intervallata dalla terzo “special events” sull Etna (7-8-9). Dall’Abruzzo ci sposteremo sul Terminillo (28/febbraio-1-2 marzo) per poi tornare nel cuore della Valtellina a Bormio (21-22-23) chiudendo il mese di marzo a Canazei (16-27-28). Gran finale a Madonna di Campiglio nel primo fine settimana di aprile (4-5-6)”.
“La collaborazione con la Freerider è ormai consolidata e totale – ha affermato l’Ispettore Capo Graziano Bortolotti – In inverno sulla neve per l’assistenza e la sicurezza, nelle altre stagioni in tema di formazione e prevenzione. Felici di esserci e pronti a ripartire per la nuova stagione”.
“Stamattina ho visto e sentito immagini e argomenti a me molto cari – ha dichiarato nel suo intervento l’assessore regionale Antonio Rossi – ma ciò che più ho apprezzato è la passione e l’entusiasmo di queste persone nel promuovere l’attività sportiva senza distinzione. Grazie a Marco Caccianiga e all’Associazione SESTERO ho conosciuto la Freerider e le sue potenzialità. Tra le tappe dello Ski Tour ne leggo solo due in Lombardia. Spero quanto prima di vederne di più distribuite sull’intero territorio regionale e in prospettiva macro-regione anche in Piemonte e in Veneto”.
Prospettiva della quale Freerider Sport Events e SESTERO onlus furono ignari antesignani nel 2011 quando insieme organizzarono il triplice evento sciistico che celebrò il cinquantenario del Centro Rieducazione Protesi dell’INAIL a Sauze d’Aux, Folgaria e Bormio.

Scarica Calendario

 

tratto da: www.varesereport.it/

Stagione Invernale 13-14

Manifastazioni Terminillo

01 set – 51° Rieti Terminillo – Coppa Bruno Carotti

26/27 ottFesta d’autunno Rialto-Terminillo

10 novTrofeo Terminillo (auto d’epoca)

14 novEscursione CAI

14/15 dicGiochi sotto l’albero sulla neve

31 dic Attività di fine anno del CAI

04 gen – “Concerto per il nuovo anno” ore 18 Sala Parrocchia S. Francesco di Paolo Paniconi e Sandro Sacco

8/9 feb – Gara sci T.Oscar Mayer-Coppa Forhans “GARE”

23 feb Ciaspolata “Alla ricerca delle orme degli animali sulla neve”

28 feb11° Ski Tour “GARE”

1/2 marSci Freerider Sport Events “GARE”

02 mar Ciaspolata “Alla ricerca delle orme degli animali sulla neve”

02 marSnow Carnival 2014

09 mar Ciaspolata “Alla ricerca delle orme degli animali sulla neve

15 mar Ciaspolata notturna

16 mar Ciaspolata “Alla ricerca delle orme degli animali sulla neve

 

 

 

 

 

Festa d’autunno

Festa d’autunno Rialto-Terminillo
Vi aspettiamo domenica alle 10,30 a Rialto (Terminillo), dibattito e risposte concrete sul futuro del Terminillo, nuovi impianti, piscina, piste di fondo, e tante altre domande da fare ai rappresentanti dei 5 Comuni , Provincia di Rieti e ci sarà anche l’Assessore della Regione Lazio Fabio Refrigeri.

Festa d’autunno Rialto-Terminillo
Vi aspettiamo domenica alle 10,30 a Rialto (Terminillo), dibattito e risposte concrete sul futuro del Terminillo, nuovi impianti, piscina, piste di fondo, e tante altre domande da fare ai rappresentanti dei 5 Comuni , Provincia di Rieti e ci sarà anche l’Assessore della Regione Lazio Fabio Refrigeri.

Per chi fosse al Terminillo sabato sera, una bella serata di buona musica Napoletana, vi aspettiamo…

scarica locandina

 

No alla chiusura della Forestale

Comitato Nuovi Orizzonti: no alla chiusura del presidio CfS del Terminillo
Lo storico posto di Polizia Forestale garantisce il controllo del territorio e il soccorso alpino
Apprendiamo con forte preoccupazione, da attendibili voci dal territorio, che a breve il presidio del Corpo Forestale dello Stato del Monte Terminillo sarà chiuso, così come previsto dal piano di riorganizzazione dell’Amministrazione competente. Lo storico posto di Polizia Forestale garantisce il presidio di controllo del territorio e di soccorso alpino, attraverso un tempestivo intervento nelle emergenze, assicura inoltre l’incolumità pubblica mediante un costante monitoraggio delle condizioni nivali a prevenzione del rischio valanghe.

Comitato Nuovi Orizzonti: no alla chiusura del presidio CfS del Terminillo
Lo storico posto di Polizia Forestale garantisce il controllo del territorio e il soccorso alpino
Apprendiamo con forte preoccupazione, da attendibili voci dal territorio, che a breve il presidio del Corpo Forestale dello Stato del Monte Terminillo sarà chiuso, così come previsto dal piano di riorganizzazione dell’Amministrazione competente. Lo storico posto di Polizia Forestale garantisce il presidio di controllo del territorio e di soccorso alpino, attraverso un tempestivo intervento nelle emergenze, assicura inoltre l’incolumità pubblica mediante un costante monitoraggio delle condizioni nivali a prevenzione del rischio valanghe.

Sembrerebbe che la chiusura sia da imputare alla drastica riduzione delle succursali della scuola del Corpo Forestale dello Stato di Cittaducale, se così fosse, questo comitato chiede che la struttura del Monte Terminillo continui a essere operativa anche tramite un’eventuale trasformazione in Comando Stazione, assicurando l’irrinunciabile presenza degli Agenti del CFS, da sempre impegnati nella tutela e controllo della nostra Montagna.
di Carlo Luciani – Comitato Nuovi Orizzonti

 

Tesseramento FISI

Lo Sci Club Vazia del Terminillo comunica a tutti gli amanti della Montagna:
DA OGGI E’ APERTO IL TESSERAMENTO, VI ASPETTIAMO IN UFFICIO PER RINNOVARE O FARE LA VOSTRA TESSERA FISI

La Tessera Fisi è un’occasione per entrare a far parte della grande famiglia degli Sport Invernali!
Tutti possono diventare tesserati FISI senza alcun limite d’età, e per le famiglie effettuiamo uno sconto speciale!

Vantaggi:
Copertura assicurativa per infortunio e RC.
– Convenzioni che potrai conoscere esplorando le pagine di www.fisi.org
– Possibilità di partecipare ad una serie di gare FISI
Sconti su impianti di risalita (Terminillo, Campo Felice, Campo Imperatore) e presso attività convenzionate del Terminillo e di Rieti.

Lo Sci Club Vazia del Terminillo comunica a tutti gli amanti della Montagna:
DA OGGI E’ APERTO IL TESSERAMENTO, VI ASPETTIAMO IN UFFICIO PER RINNOVARE O FARE LA VOSTRA TESSERA FISI

La Tessera Fisi è un’occasione per entrare a far parte della grande famiglia degli Sport Invernali!
Tutti possono diventare tesserati FISI senza alcun limite d’età, e per le famiglie effettuiamo uno sconto speciale!

Vantaggi:
Copertura assicurativa per infortunio e RC.
– Convenzioni che potrai conoscere esplorando le pagine di www.fisi.org
– Possibilità di partecipare ad una serie di gare FISI
Sconti su impianti di risalita (Terminillo, Campo Felice, Campo Imperatore) e presso attività convenzionate del Terminillo e di Rieti.


Costi:

• Per i soci costa SOLO € 35.00 compresa di quota associativa Sci Club Vazia del Terminillo
• Per i soci “famiglia” € 32.00 compresa di quota associativa Sci Club Vazia del Terminillo
• Per i soci “atleti” € 30.00 (cinque euro verranno scalati all’iscrizione della terza gara FISI)
• Per i soci “VIP” € 50.00 compresa di quota associativa Sci Club Vazia del Terminillo e felpa dello Sci Club.

Validità:
Ha validità annuale e scade a tutti gli effetti il 30 settembre 2014.

A chi chiedere le tessere FISI?
Passando alla sede dello Sci Club, inviando una email a sciclubvazia@tiscali.it o chiamando il segretario al 339.7407499

 

Tratto da www.SCICLUBVAZIA.COM

Faremo di tutto per il Terminillo

Faremo di tutto perchè inizi a contribuire al rilancio del Terminillo
«Maggio 2008, dal sindacato si guardava con interesse il futuro dell’Amministrazione separata usi civici di Vazia, infatti, da lì a poco, ci sarebbero state le elezioni del nuovo Presidente e del suo Consiglio, chiamati ad amministrare un importante territorio montano, sul quale si poteva investire molto per il rilancio del Terminillo». Lo dichiara in una nota il Segretario Generale dell’Ugl Rieti, Marco Palmerini.

Faremo di tutto perchè inizi a contribuire al rilancio del Terminillo
«Maggio 2008, dal sindacato si guardava con interesse il futuro dell’Amministrazione separata usi civici di Vazia, infatti, da lì a poco, ci sarebbero state le elezioni del nuovo Presidente e del suo Consiglio, chiamati ad amministrare un importante territorio montano, sul quale si poteva investire molto per il rilancio del Terminillo». Lo dichiara in una nota il Segretario Generale dell’Ugl Rieti, Marco Palmerini. «Anche attraverso la stampa – prosegue Palmerini – l’Ugl ha cercato di stimolare i candidati prima e gli eletti dopo, ha lavorare su programmi politici che prevedessero la collaborazione con altri Enti e soprattutto progetti di sviluppo del territorio, con un’attenzione particolare all’occupazione».
«In pochi conoscono le opportunità e le potenzialità in capo a questo tipo di Amministrazioni – continua il Sindacalista dell’Ugl – a questo punto pensiamo che non le conoscano neanche coloro che negli ultimi dieci anni, hanno amministrato i “beni civici di Vazia”. Non un progetto importante, non un solo posto di lavoro creato, insomma, un’amministrazione trasparente, nessuno si è accorto della sua esistenza».
«In realtà più lungimiranti – dice Palmerini – amministrazioni come quella di Vazia, hanno costruito strutture a servizio degli allevatori e pastori, realizzato una filiera dei loro prodotti e soprattutto spazzi dedicati al turismo delle famiglie. Il risultato di quelle Amministrazioni è di aver creato economia e decine di posti di lavoro. Il territorio del Terminillo di competenza dell’Amministrazione separata usi civici, offre molte opportunità, non solo il legnatico e l’affitto dei pascoli, a dir la verità attività da considerare marginali, ma partendo dalle concessioni dei terreni sui quali sono costruiti gli impianti di risalita, alla proprietà immobiliari, i progetti anche con la partecipazione dell’imprenditoria privata, magari giovanile, sono tanti».
«Solo ad esempio si potrebbe citare la realizzazione di una zona attrezzata estiva a Pian de Rosce, strutture per ospitare le greggi e per la lavorazione del latte prodotto, visite guidate per le famiglie e perché no un museo degli Alpini e della montagna da ospitare in una delle strutture di proprietà dell’ente. Il prossimo ottobre – conclude Palmerini – si tornerà di nuovo alle urne, e questa volta non ci limiteremo a invitare i candidati a stilare un programma elettorale che tenga in considerazione un progetto di sviluppo del territorio e occupazionale, l’Ugl intraprenderà tutte quelle iniziative necessarie, affinché anche l’Amministrazione separata usi civici di Vazia, inizi a contribuire al rilancio del Terminillo, pretendendo impegni immediati per progetti futuri».

Magari è la volta buona

SALVIAMO IL TERMINILLO! (chissà, magari è la volta buona)

filmato tratto dal sito del movimento 5 Stelle di Rieti

www.rieti5stelle.com

articolo: Comunicato del Movimentosul Terminillo

 

SALVIAMO IL TERMINILLO! (chissà, magari è la volta buona)

filmato tratto dal sito del movimento 5 Stelle di Rieti

www.rieti5stelle.com

articolo: Comunicato del Movimentosul Terminillo

 

 

LE STRUTTURE ABBANDONATE DEL TERMINILLO

GRILLI PARLANTI RIETI: UN TOUR TRA LE STRUTTURE ABBANDONATE DEL TERMINILLO
Domenica 29 settembre, gli Attivisti del MoVimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti”  si sono recati sul Monte Terminillo unitamente ad un assistente parlamentare, Angelo Capobianco, a due Consiglieri Regionali, Silvana Denicolò e Silvia Blasi, ed ai rappresentanti di altri 5 meetup Laziali provenienti da Civita Castellana, Tarquinia, Ostia, Bassa Sabina e Monterotondo, per effettuare un sopralluogo volto alla verifica dello stato di abbandono di alcune strutture, realizzate con soldi pubblici ma mai attivate o ultimate, oppure abbandonate subito.
Durante il tour hanno constatato il degrado in cui versano le opere per il protrarsi del loro abbandono, aggravando ulteriormente la situazione evidenziata in un articolo su un giornale locale nel 2011, nel quale si descriveva una situazione già critica al tempo, ora diventata pietosamente insopportabile.

GRILLI PARLANTI RIETI: UN TOUR TRA LE STRUTTURE ABBANDONATE DEL TERMINILLO
Domenica 29 settembre, gli Attivisti del MoVimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti”  si sono recati sul Monte Terminillo unitamente ad un assistente parlamentare, Angelo Capobianco, a due Consiglieri Regionali, Silvana Denicolò e Silvia Blasi, ed ai rappresentanti di altri 5 meetup Laziali provenienti da Civita Castellana, Tarquinia, Ostia, Bassa Sabina e Monterotondo, per effettuare un sopralluogo volto alla verifica dello stato di abbandono di alcune strutture, realizzate con soldi pubblici ma mai attivate o ultimate, oppure abbandonate subito.
Durante il tour hanno constatato il degrado in cui versano le opere per il protrarsi del loro abbandono, aggravando ulteriormente la situazione evidenziata in un articolo su un giornale locale nel 2011, nel quale si descriveva una situazione già critica al tempo, ora diventata pietosamente insopportabile.

Alcuni evidenti esempi di tanto abbandono: nei pressi del Residence “I Tre Faggi” si trova l’ingresso ad un parcheggio coperto inaccessibile a causa di “copiose infiltrazioni d’acqua meteorica”, delle quali ancora oggi non se ne comprendono le ragioni. Ne consegue che più tarderà l’apertura dello stesso, più diverranno esorbitanti i costi di adeguamento, dovuti anche allo stato di abbandono nel quale giace da tempo.  A pochi passi vi è un sottopassaggio  lungo la strada che prosegue per l’anello di Campoforogna, non ancora ultimato, ma che vedrà nell’ascensore milionario il “giusto” completamento! Poco più avanti, quello che dovrebbe essere il parcheggio dei camper, presenta una zona interdetta a causa di un cedimento del terreno dovuto ad un evento franoso occorso ai bordi di detto parcheggio nel quale, peraltro, è stata rilevata una sola colonnina di servizio per i camper e neppure funzionante!
Più in alto, nei pressi del Campo di Altura, è evidente la presenza “ingombrante” di un manufatto in cemento, presumibilmente destinato a palestra. La struttura, che versa in  un evidente e pietoso stato di abbandono,  pur essendo quasi ultimata, presenta già installati gli infissi esterni ed interni, i sanitari, l’impianto di climatizzazione e gli accessori dei punti luce. Allo stato attuale le abbondanti infiltrazioni provenienti dalla copertura hanno causato l’allagamento in alcuni locali, dove ormai l’acqua stagnante si è imputridita e dove le vistose tracce di umidità di risalita stanno ormai compromettendo le finiture di tutti i muri della struttura. L’accesso alla struttura non è stato interdetto in modo adeguato, pertanto, la facilità di accesso ad essa potrebbe essere causa, tutt’altro che remota, che qualcuno possa farsi male o che possano entrarvi animali ed eventuali malintenzionati che volessero compiere atti vandalici, come purtroppo è già avvenuto.
A Pian De’ Valli, nei locali dell’APT, il centro per asmatici ed allergici, oramai abbandonato, fa da cornice al degrado dell’intero stabile che presenta scale dove il cemento armato, in assenza di un urgente piano adeguato di manutenzione, continuerà a sgretolarsi (il passaggio viene impedito solo per mezzo di un asse di legno appoggiato alla ringhiera), gli intonaci sono in via di distacco con la possibilità di caduta a terra e, quindi, pericolosi per l’incolumità delle persone. Fa parte della struttura anche un locale, ormai chiuso, precedentemente destinato alle Poste Italiane ma chiuso, alla cui prossimità si trovano due cassette per il conferimento della posta, che risultano stranamente “guaste”, come recita un cartello incollato su di esse, impedendo così ogni forma di comunicazione postale da e per altre località, tanto da far desistere, per le eccessive difficoltà ed inefficienze esistenti, quei pochi residenti e nostalgici a soggiornare su questa montagna. Anche gli uffici dell’APT sono chiusi ormai
a tempo.
Ciliegina sulla torta è poi la piscina nella zona La Valletta, che presenta evidenti segni di cedimento in alcuni punti (infissi e rivestimenti della copertura, dovuti alle precipitazioni nevose prevedibili per tali altitudini ma evidentemente non tenute in considerazione a dovere; il tutto infatti fa pensare ad un progetto non idoneo per una località di montagna o quantomeno eseguito con scarsità di valutazioni anche per gli elevati costi di gestione che ne conseguirebbero per il suo riscaldamento, infatti non è mai stata ultimata e tantomeno posta in uso, privando così, in maniera ingiustificabile, i bambini di uno spazio a loro dedicato. Infatti ci teniamo ad evidenziare che per la sua costruzione è stata distrutta la “Valletta”, un posto dove i bambini potevano giocare in libertà, attrezzato con parco giochi, pista per miniquad, campi polivalenti per calcio a 5 e tennis.
Ma non è finita, infatti ci chiedevamo: dell’impianto idrico per l’innevamento artificiale che ne sarà? che ne sarà dei punti luce per la pista di sci da fondo?
Il MoVimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti”, con la sua costante informazione intende sensibilizzare la cittadinanza per far si che tutti vengano messi al corrente di certi meccanismi, per far si che tutti sappiano con esattezza che fine fanno veramente i nostri soldi. Una montagna che ci invidiano per la sua bellezza oramai è solo oggetto di ripetute speculazioni. Ci auguriamo che alla fine i responsabili di tali soprusi non rimangano impuniti. LORO non si arrenderanno mai……NOI neppure.

http://www.rieti5stelle.com/news5s/comunicati/salvate-il-terminillo