IMPIANTI APERTI SOLO NEL WEEK END

TERMINILLO, IMPIANTI APERTI SOLO NEL WEEK END
La Società funivie del Terminillo, viste le condizioni meteorologiche, ha comunicato oggi all’Amministrazione comunale che gli impianti di risalita, a partire dalla settimana in corso, resteranno aperti solo il sabato e la domenica. La chiusura definitiva degli impianti resta fissata al prossimo 30 aprile.

2° Trofeo Millet

Al Terminillo l’ultima prova del Trofeo dell’Appennino Centrale
Dopo una nottata di pioggia intensa la fortuna ha regalato una magnifica giornata di sole per i partecipanti alla scialpinistica del Terminillo 2° Trofeo Millet ed ultima prova del “Trofeo dell’Appennino Centrale”. La partenza e’ stata ritardata di un’ora per aspettare che la neve molto gelata mollasse un po’ per permettere una buona aderenza alle pelli.
Il percorso si sviluppava su 1250 metri di dislivello. Subito la lotta si accendeva tra Raffaele Adiutori e Germano Ranieri che fino al primo giro erano molto vicini, poi nel finale Ranieri cedeva al compagno di fuga ed arrivava distanziato di tre minuti, quindi terzo era Daniele Urbani, quarto Carlo Colaianni, e primo dei cadetti con i suoi 16 anni e grande promessa dello ski alp centro Italia, 5° Matteo Franceschi.

Al Terminillo l’ultima prova del Trofeo dell’Appennino Centrale
Dopo una nottata di pioggia intensa la fortuna ha regalato una magnifica giornata di sole per i partecipanti alla scialpinistica del Terminillo 2° Trofeo Millet ed ultima prova del “Trofeo dell’Appennino Centrale”. La partenza e’ stata ritardata di un’ora per aspettare che la neve molto gelata mollasse un po’ per permettere una buona aderenza alle pelli.
Il percorso si sviluppava su 1250 metri di dislivello. Subito la lotta si accendeva tra Raffaele Adiutori e Germano Ranieri che fino al primo giro erano molto vicini, poi nel finale Ranieri cedeva al compagno di fuga ed arrivava distanziato di tre minuti, quindi terzo era Daniele Urbani, quarto Carlo Colaianni, e primo dei cadetti con i suoi 16 anni e grande promessa dello ski alp centro Italia, 5° Matteo Franceschi.

Nella gara femminile primeggiava Sara Marini seguita da Francesca Ciaccia che caduta durante la discesa riportava alcune escoriazioni senza conseguenze.
La premiazione era preceduta la un lauto pranzo presso hotel Togo e vedeva il vincitore Raffaele Adiutori aggiudicarsi il trofeo Bianchetti consegnato dal figlio Paolo. A tutti un ricco pacco gara e tanti premi messi in palio dalla ditta Millet sponsor della manifestazione.
Con questa gara si conclude il “II° Trofeo dell’Appennino Centrale” con le seguenti posizioni: 1° Adiutori Raffaele, 2°  Coccia Armando, 3°  Ranieri Germano, 4°  Urbani Daniele.

Tratto dalla Stampa (www.lastampa.it) di Daniele Urbani

 

Sacerdote cade con il parapendio

Sacerdote cade con il parapendio al Terminillo: ricoverato al Gemelli
E’ il parroco polacco di Poggio Bustone
RIETI – Ci ha pensato il buon Dio. E nel caso in esame, una preghiera in più di ringraziamento appare doverosa, se non proprio obbligatoria. L’appassionato di parapendio decollato ieri pomeriggio intorno alle 15 da monte Rosato e atterrato rovinosamente alle 16 a piazzale della Malga, al Terminillo, non è un «paraglider» qualsiasi. E’ il parroco di San Pietro di Poggio Bustone, don Janik, 42 anni, nato in Polonia, una vocazione da abito talare, una missione da pastore di anime e una passionaccia per il volo libero.

Sacerdote cade con il parapendio al Terminillo: ricoverato al Gemelli
E’ il parroco polacco di Poggio Bustone
RIETI – Ci ha pensato il buon Dio. E nel caso in esame, una preghiera in più di ringraziamento appare doverosa, se non proprio obbligatoria. L’appassionato di parapendio decollato ieri pomeriggio intorno alle 15 da monte Rosato e atterrato rovinosamente alle 16 a piazzale della Malga, al Terminillo, non è un «paraglider» qualsiasi. E’ il parroco di San Pietro di Poggio Bustone, don Janik, 42 anni, nato in Polonia, una vocazione da abito talare, una missione da pastore di anime e una passionaccia per il volo libero. Una passione che ieri poteva però costargli molto cara. Il parroco ha entrambe le gambe fratturate in più punti ed è stato necessario l’intervento di un elicottero del 118 per il trasporto in prognosi riservata del sacerdote al Gemelli di Roma, dove sarà operato per ricomporre le fratture multiple e scomposte di un volo non andato per il verso giusto. Non è la prima volta che accade, nella zona. Il Monte Rosato è da sempre metà di chi fa parapendio e incidenti del genere sono piuttosto frequenti. Anzi, considerato il vento che ieri spirava e che ha di fatto danneggiato il parapendio, facendo precipitare a terra don Janik, poteva andare anche peggio al pastore di San Pietro di Poggio Bustone.

Lidia Nobili: celebrata la giornata sociale dello Sci club Terminillo

Lidia Nobili: celebrata la giornata sociale dello Sci club Terminillo
«I loro atleti da sempre fanno fare bella figura allo sci reatino su tutte le piste nazionali» ha dichiarato il presidente provinciale Fisi
È stata celebrata ieri con successo la giornata sociale dello Sci club Terminillo. È iniziata alle ore 10 la gara sociale su un tracciato con 26 porte direzionali disegnate da Angelo, Michela e Raffaele. Teatro della gara la mitica pista Cinzano a cui hanno preso parte quarantotto soci.

Lidia Nobili: celebrata la giornata sociale dello Sci club Terminillo
«I loro atleti da sempre fanno fare bella figura allo sci reatino su tutte le piste nazionali» ha dichiarato il presidente provinciale Fisi
È stata celebrata ieri con successo la giornata sociale dello Sci club Terminillo. È iniziata alle ore 10 la gara sociale su un tracciato con 26 porte direzionali disegnate da Angelo, Michela e Raffaele. Teatro della gara la mitica pista Cinzano a cui hanno preso parte quarantotto soci.

A seguire, gli 83 soci si sono riuniti per un conviviale presso il “Ristorante Roma” al Terminillo durante il quale si è approvata la relazione morale tecnica e finanziaria 2012. Nando Morelli ha presentato il programma allenamenti estivi – autunnali e le attività della prossima stagione invernale. Al termine del conviviale il Presidente Gino Sebastiani ha ripercorso i risultati degli atleti e ringraziato i tecnici ed i genitori per la collaborazione ed i risultati raggiunti da tutti che sono di auspicio per traguardi sempre più importanti.
Presente alla manifestazione e alla premiazione di tutti i partecipanti alla gara sociale, il Presidente Provinciale della FISI Lidia Nobili che ha ringraziato il Presidente e tutto il direttivo dello Sci Club Terminillo per l’impegno e la passione che da sempre dedicano alla promozione degli sport invernali, a livello sia amatoriale che agonistico. «I loro atleti – ha sottolineato Lidia Nobili – da sempre fanno fare bella figura allo sci reatino su tutte le piste nazionali».

 

Capanna Trebbiani

Capanna Trebbiani, «Era prassi far ricostruire edifici preesistenti»
L’architetto Broggi, ex dirigente dell’Urbanistica, ha deposto al processo
RIETI – «C’era un orientamento degli uffici comunali a far ricostruire, in maniera diretta, edifici che potevano dimostrare la loro preesistenza e, alcune volte, sono state rilasciate autorizzazioni quando il piano rispecchiava quanto già era esistito», è quanto l’architetto Claudio Broggi, ex dirigente dell’Urbanistica, ha detto testimoniando al processo per la ricostruzione della capanna Trebbiani, la prima locanda del Terminillo distrutta da un incendio negli anni ’60.

Capanna Trebbiani, «Era prassi far ricostruire edifici preesistenti»
L’architetto Broggi, ex dirigente dell’Urbanistica, ha deposto al processo
RIETI – «C’era un orientamento degli uffici comunali a far ricostruire, in maniera diretta, edifici che potevano dimostrare la loro preesistenza e, alcune volte, sono state rilasciate autorizzazioni quando il piano rispecchiava quanto già era esistito», è quanto l’architetto Claudio Broggi, ex dirigente dell’Urbanistica, ha detto testimoniando al processo per la ricostruzione della capanna Trebbiani, la prima locanda del Terminillo distrutta da un incendio negli anni ’60. Vicenda per la quale l’ex assessore Marzio Leoncini è accusato di abuso d’ufficio con il dirigente che succedette a Broggi, l’architetto Manuela Rinaldi, firmataria del permesso che consentì all’Impretekna dello stesso Leoncini di iniziare la ricostruzione dell’edificio, poi sequestrato per la presunta illegittimità dell’atto che non avrebbe rispettato i vincoli paesaggistici esistenti sull’area. Broggi, per primo, si occupò della pratica edilizia esprimendo un iniziale diniego alla richiesta dell’impresa per carenze documentali. Successivamente, quando la società si adeguò alle prescrizioni richieste, «avrebbe» rilasciato un pre avviso di parere favorevole. Il condizionale è d’obbligo: l’architetto ha infatti detto di non riconoscere, come sua, la firma apposta in calce al secondo documento. Un piccolo giallo, nato su uno dei punti che gli avvocati Riziero Angeletti e Andrea Santarelli considerano decisivi per chiarire la posizione di Leoncini: quando la pratica mosse i primi passi, l’imputato era assessore allo Sport e le elezioni che lo portarono all’Urbanistica non si erano ancora svolte. E l’iter autorizzativo per la capanna Trebbiani rispecchiò i criteri illustrati da Broggi, vale a dire la possibilità di ricostruire un edificio già preesistente. Passaggio importante per stabilire se l’ex assessore fu favorito, tanto che il tribunale presieduto da Tommaso Martucci, ha voluto approfondire, in modo scrupoloso con il giudice a latere Enrica Ciocca, anche le modalità di acquisto (ma prima ancora le pratiche catastali) da parte dell’Impretekna che ottenne il terreno dai Beni Civici di Vazia, citati poi in tribunale dalla Polisportiva Sebastiani che ne rivendicava la proprietà. Causa conclusasi a favore dell’amministrazione per un vizio di forma.

Escursione CAI di Rieti

Escursione CAI di Rieti

Classica escursione con ciaspole a monte Terminillo organizzata giovedì 4 Aprile p.v. dal gruppo Seniores della sezione CAI di Rieti. Dalla località
5 Confini, raggiungeremo colle Termine e Forchicchia del Prete. Al ritorno transiteremo per fonte Tricaglioli, quindi, con ripida salita, torneremo al
punto di partenza.

Escursione CAI di Rieti

Classica escursione con ciaspole a monte Terminillo organizzata giovedì 4 Aprile p.v. dal gruppo Seniores della sezione CAI di Rieti. Dalla località
5 Confini, raggiungeremo colle Termine e Forchicchia del Prete. Al ritorno transiteremo per fonte Tricaglioli, quindi, con ripida salita, torneremo al
punto di partenza. Appuntamento alle ore 9.00 nel piazzale dello stadio di calcio Centro Italia a Rieti.