Montagna come esperienza terapeutica

TERMINILLO: LA MONTAGNA COME ESPERIENZA TERAPEUTICA
Si è svolto con grande successo, sabato 21 aprile 2012, presso l’Oasi Francescana di S. Antonio al Monte, il convegno dal titolo “Terminillo non solo neve: la montagna come esperienza terapeutica”, coordinato dalla dr.ssa Isabella Marchese, specialista Cardilologo presso l’Unità Coronarica del reparto di Cardiologia  dell’Ospedale de Lellis di Rieti.
L’evento ha voluto dimostrare come il monte Terminillo possa essere considerato luogo particolarmente indicato  allo svolgimento di attività riabilitative a vantaggio dei cardiopatici, sia per la salubrità dell’aria, sia per la sua altitudine, circa 1600 metri.

TERMINILLO: LA MONTAGNA COME ESPERIENZA TERAPEUTICA
Si è svolto con grande successo, sabato 21 aprile 2012, presso l’Oasi Francescana di S. Antonio al Monte, il convegno dal titolo “Terminillo non solo neve: la montagna come esperienza terapeutica”, coordinato dalla dr.ssa Isabella Marchese, specialista Cardilologo presso l’Unità Coronarica del reparto di Cardiologia  dell’Ospedale de Lellis di Rieti.
L’evento ha voluto dimostrare come il monte Terminillo possa essere considerato luogo particolarmente indicato  allo svolgimento di attività riabilitative a vantaggio dei cardiopatici, sia per la salubrità dell’aria, sia per la sua altitudine, circa 1600 metri. Questo, in effetti, l’argomento principale del convegno del 21 aprile che ha voluto sfatare un tabù, dimostrando scientificamente come l’ambiente montano a livello di “bassa quota”, fino a 1800 metri di altitudine, sia caratterizzato da variazioni minime dei valori di pressione parziale di ossigeno, da adattamenti fisiologici assenti o trascurabili, da variazioni non significative nel consumo massimo di ossigeno, dall’assenza delle manifestazioni tipiche del “mal di montagna”.
Il monte Terminillo, dunque, come centro ideale per la riabilitazione cardiologica da utilizzare, anche e soprattutto, per uno specifico “turismo sanitario” con risvolti positivi e significativi in termini economici e di promozione del territorio. Sotto il profilo clinico, da non sottovalutare, inoltre, la vicinanza strategica della montagna all’Ospedale de Lellis, raggiungibile in soli 20 minuti e dotato di strutture d’avanguardia per l’emergenza cardiologia, quali l’Unità di Terapia Intensiva Coronarica (UTIC) e la Sala di Emodinamica h 24  dove poter eseguire tempestivamente, se necessario, interventi di angioplastica primaria.
Grazie ai positivi risultati ottenuti e al grande interesse riscontrato per l’argomento trattato, dall’evento appena concluso ha tratto origine uno specifico progetto pilota che sarà promosso dall’Azienda USL Rieti con l’obiettivo di consentire a soggetti  cardiopatici di soggiornare sul monte Terminillo, affiancati da cardiologi e personale infermieristico specializzato, per poter godere in tutta tranquillità dei benefici dell’ambiente montano.

L’assessore regionale sul Terminillo

L’assessore regionale Lollobrigida a Rieti per sostenere il candidato Perelli.
Il candidato sindaco per il centrodestra, Avv. Antonio Perelli, sabato 28 aprile 2012 alle ore 12:00 presso la sala consiliare del Comune di Rieti terra’ una conferenza stampa con l’assessore regionale ai Trasporti Francesco Lollobrigida per la presentazione della “Legge sulla montagna” e dei suoi riflessi sullo sviluppo futuro del monte Terminillo.

L’assessore regionale Lollobrigida a Rieti per sostenere il candidato Perelli.
Il candidato sindaco per il centrodestra, Avv. Antonio Perelli, sabato 28 aprile 2012 alle ore 12:00 presso la sala consiliare del Comune di Rieti terra’ una conferenza stampa con l’assessore regionale ai Trasporti Francesco Lollobrigida per la presentazione della “Legge sulla montagna” e dei suoi riflessi sullo sviluppo futuro del monte Terminillo. L’incontro consentirà l’approfondimento della tematica inerente l’impiantistica sciistica e l’attribuzione dei fondi stanziati per il triennio 2012-2014 dalla Regione Lazio a seguito della sottoscrizione tra l’Ente predetto ed i comuni interessati del Protocollo d’Intesa per il Rilancio del Terminillo. L’incontro, in previsione del tavolo tecnico già fissato per il 3 maggio a Roma presso la Direzione Generale dei Trasporti, traccierà dunque una preventiva individuazione delle priorità per la ripartizione dei 20 milioni di euro deliberati dalla Regione a favore della montagna reatina. Prendera’ parte all’ incontro anche l’Onorevole Antonio Cicchetti.

Alle amministrative Simone Munalli

Amministrative Rieti

Simone Munalli – lista  Simone  Petrangeli

Dopo  circa  20 anni  di malgoverno  il centro-destra  ha portato  la nostra città  nel baratro più profondo, procurando al Comune debiti per  circa 40 milioni di Euro. E’ arrivato il momento di  cambiare.
Alle  prossime elezioni comunali  si presenta   un  giovane  che può far bene alla città di Rieti ed al Terminillo.
Si tratta  di  Simone  Munalli (lista  Simone  Petrangeli)  di anni 25, volto nuovo della politica reatina, persona seria e  di qualità, pieno di entusiasmo e di voglia di fare.
Simone  è nato al  Terminillo  dove vive e lavora; esercita  la professione  di maestro di sci e gestisce la storica “Capannaccia”, noto punto di ristoro situato al Terminillo nel cuore delle piste, da sempre appartenuta alla gestione della propria famiglia.

 

Amministrative Rieti

Simone Munalli – lista  Simone  Petrangeli

Dopo  circa  20 anni  di malgoverno  il centro-destra  ha portato  la nostra città  nel baratro più profondo, procurando al Comune debiti per  circa 40 milioni di Euro. E’ arrivato il momento di  cambiare.
Alle  prossime elezioni comunali  si presenta   un  giovane  che può far bene alla città di Rieti ed al Terminillo.
Si tratta  di  Simone  Munalli (lista  Simone  Petrangeli)  di anni 25, volto nuovo della politica reatina, persona seria e  di qualità, pieno di entusiasmo e di voglia di fare.
Simone  è nato al  Terminillo  dove vive e lavora; esercita  la professione  di maestro di sci e gestisce la storica “Capannaccia”, noto punto di ristoro situato al Terminillo nel cuore delle piste, da sempre appartenuta alla gestione della propria famiglia.

 

Simone conosce in modo particolarmente approfondito tutte le problematiche del Terminillo e le esigenze dei Terminillesi ed è stato individuato  dal candidato Sindaco Simone Petrangeli, come punto di riferimento del Comune di  Rieti al Terminillo .
Per la  prima  volta esiste pertanto la possibilità per tutti gli amanti della nostra montagna di eleggere una  persona  tecnicamente  qualificata a  rappresentare le  esigenze del Terminillo all’interno del Comune di Rieti, colmando l’enorme vuoto e la grande distanza che è sempre esistita tra il Terminillo ed il Comune della città capoluogo.
Per la prima volta nella storia il Terminillo potrà avere un proprio rappresentante all’interno del Comune di Rieti che metterà a disposizione tutta la propria conoscenza e passione per il Terminillo per risolvere numerosi problemi e cercare di realizzare  tutti i numerosi progetti   rimasti  da sempre rinchiusi nei cassetti del  Comune di Rieti.
Tra gli obiettivi di Simone Munalli sono:
a) il ripristino degli impianti attualmente dismessi e lo sviluppo del versante nord anche attraverso la realizzazione di nuovi impianti
b) riduzione del costo degli ski-pass con facilitazioni per le famiglie, gli studenti e gli sci club
c) ski pass gratuiti ai bamibini  di età inferiore agli anni 6 (come avviene nella gran parte delle stazioni di sport invernali)
d) sviluppo dell’attività agonistica con programmazione di un calendario di gare regionali e nazionali.
Potrai vedere la presentazione di Simone Munalli e del suo programma su RTR il giorno 28/4/2012 alle ore 20.45 ed  in replica il  2/5/2012 alle  ore 23,40.
Per ulteriori notizie sulla persona e sul programma di Simone Munalli potrai contattare direttamente Simone al  numero 393- 8388558;  il candidato avrà il piacere di  incontrarti per conoscerti ed esporre i propri programmi.    Divulga il presente messaggio tra tutti gli appassionati del Terminillo e più in generale a tutti coloro che hanno a cuore le sorti della nostra città.

 

Istituzione del Parco del Terminillo

IL PROGRAMMA PER RIETI DEL CENTROSINISTRA
con Simone Petrangeli Sindaco
RIETI CITTA’ DELL’ECONOMIA VERDE
Il mondo sta cambiando ed anche i nostri stili di vita dovranno cambiare. La nostra città deve  sperimentare la riconversione ecologica dell’economia, quale strada necessaria per uscire dalla crisi e costruire un futuro diverso. Ambiente, paesaggio e risorse naturali …. per quanto riguarda le Aree protette intendiamo proporre l’istituzione del Parco del Terminillo,  ovvero un qualsiasi altro organismo di gestione unitaria della montagna che coniughi la tutela ambientale con il consolidamento ed ampliamento delle attività esistenti,

IL PROGRAMMA PER RIETI DEL CENTROSINISTRA
con Simone Petrangeli Sindaco
RIETI CITTA’ DELL’ECONOMIA VERDE
Il mondo sta cambiando ed anche i nostri stili di vita dovranno cambiare. La nostra città deve  sperimentare la riconversione ecologica dell’economia, quale strada necessaria per uscire dalla crisi e costruire un futuro diverso. Ambiente, paesaggio e risorse naturali …. per quanto riguarda le Aree protette intendiamo proporre l’istituzione del Parco del Terminillo,  ovvero un qualsiasi altro organismo di gestione unitaria della montagna che coniughi la tutela ambientale con il consolidamento ed ampliamento delle attività esistenti,

unitamente al Parco fluviale del Velino inglobando l’attuale Riserva dei laghi reatini  e chiedendo decisamente alla Regione Lazio di superare la fin troppo lunga fase del commissariamento. Saranno elaborati progetti per la gestione e lo sviluppo delle aree comunali e pubbliche in collaborazione con tutti i soggetti portatori di interesse. Al fine di valorizzare il patrimonio idrico del territorio sia dal punto di vista turistico che economico, intendiamo fare di Rieti la sede di iniziative nazionali ed internazionali intorno al tema delle Acque….
tratto da http://www.pdrieti.eu

 

Resurrezione turistica del Terminillo

Amministrative Rieti 2012

In vista della resurrezione turistica del Terminillo, croce e delizia di una città desiderosa di avviare se stessa lungo il sentiero del turismo per intraprendere un percorso di rinascita sociale ed economica. Al riguardo la cospicua somma di venti milioni di euro che la Regione Lazio ha stanziato a beneficio della nostra montagna costituisce una significativa occasione di sviluppo del comprensorio del Terminillo, ma impone al contempo il superamento delle divisioni in ragione delle quali in passato anche talune iniziative apprezzabili non hanno dato i risultati sperati.

Amministrative Rieti 2012

In vista della resurrezione turistica del Terminillo, croce e delizia di una città desiderosa di avviare se stessa lungo il sentiero del turismo per intraprendere un percorso di rinascita sociale ed economica. Al riguardo la cospicua somma di venti milioni di euro che la Regione Lazio ha stanziato a beneficio della nostra montagna costituisce una significativa occasione di sviluppo del comprensorio del Terminillo, ma impone al contempo il superamento delle divisioni in ragione delle quali in passato anche talune iniziative apprezzabili non hanno dato i risultati sperati.

Tale è il motivo per cui anche e soprattutto il rilancio turistico del Terminillo esige l’istituzione di un unico e omonimo Ente consortile che raduni tutti i Comuni che insistono sul comprensorio e in generale tutti i soggetti pubblici e privati ad esso interessati. La missione da devolvere al CONSORZIO DEL TERMINILLO è coordinare gli sforzi dei vari attori territoriali nell’ambito di un’opera di programmazione sistematica degli interventi da eseguire, delle iniziative da adottare e delle manifestazioni da promuovere per ampliare l’estensione delle piste da sci, i posti letto disponibili e i servizi offerti ai potenziali visitatori della nostra montagna.

 

tratto da: http://www.ladestrarieti.com/

Programma elettorale per Perelli Sindaco

Stralcio del Programma Elettorale di Perelli

Il Terminillo
• La conferma del finanziamento regionale di 20 milioni di euro che verranno erogati in tre tranche annuali costituisce sicuramente un importante punto di ripartenza indispensabile a far si che si torni a parlare nel centro Italia di Terminillo come stazione sciistica. Siamo ben consci del fatto che non sarà questo evento positivo da solo a dare la svolta definitiva al problema del Terminillo invernale, ma abbiamo la certezza che comunque l’iniziativa può svolgere il fondamentale ruolo di volano di sviluppo per attrarre ulteriori finanziamenti, magari privati, che portino al completamento del comprensorio sciistico. Saremo punto di riferimento e governance di questa delicata fase di start-up.

Stralcio del Programma Elettorale di Perelli

Il Terminillo
• La conferma del finanziamento regionale di 20 milioni di euro che verranno erogati in tre tranche annuali costituisce sicuramente un importante punto di ripartenza indispensabile a far si che si torni a parlare nel centro Italia di Terminillo come stazione sciistica. Siamo ben consci del fatto che non sarà questo evento positivo da solo a dare la svolta definitiva al problema del Terminillo invernale, ma abbiamo la certezza che comunque l’iniziativa può svolgere il fondamentale ruolo di volano di sviluppo per attrarre ulteriori finanziamenti, magari privati, che portino al completamento del comprensorio sciistico. Saremo punto di riferimento e governance di questa delicata fase di start-up.

• Un punto di fondamentale attenzione sarà anche il Terminillo estivo, in quanto senza una reale destagionalizzazione nessuna struttura ricettiva o attività commerciale potrà affrontare i 12 mesi di attività.
• Abbiamo individuato in apertura sei punti d’interesse per lo sviluppo del Terminillo : Pian de Rosce, Pian de Valli, Chiesa di San Francesco, il campo d’altura, i rifugi, le vette.
• E’ su questi sei punti d’interesse che va impostato un lavoro coordinato che ne faccia un organico e strutturato unicum da presentare in modo semplice, con scelte di profilo basso ma di significativo contenuto. I nostri settori di intervento e di marketing per il Terminillo saranno Natura, Gastronomia, Sport, Spiritualità
• La ragione dell’inserimento di Pian di Rosce tra i punti d’interesse vuole essere un segnale a tutto un mercato popolare e di famiglie nel quale l’attenzione ai bambini ed agli anziani deve essere prioritaria.
• L’altitudine del luogo infatti consente una frequentazione della montagna a categorie alle quali è precluso invece il proseguimento verso Pian de Valli.
• Mini percorsi attrezzati di avvicinamento alla montagna, animazione soft basata soprattutto su attività fisica combinata al gioco, aree attrezzate per il picnic, servizi igienici e soprattutto mantenimento e pulizia costante. Una sorta di “montagna di primo livello” , un soft training di preparazione alla montagna vera.
• Pian de Valli presenta caratteristiche già diverse, è un centro abitato con esercizi commerciali abitazioni e strutture ricettive. Ha però poco l’aspetto del paesino di montagna . Si dovrà quindi lavorare sull’arredo urbano e sulla cura di alcuni dettagli , piccoli ma importanti.
• Esistono però attività commerciali e iniziative private che hanno decisamente aperta una strada: organizzazione di escursioni, lezioni di nordic walking, parco acrobatico sugli alberi, ristoranti con menù che dimostrano un’attenzione speciale al mondo del turismo che cambia.
• Sono questi segnali di rinascita e di vita a dimostrare che una parte dell’imprenditoria ha bisogno di un partner istituzionale , che non può essere visto solo nell’ottica dell’elargizione di fondi, ma come supporto alla promozione.
Siamo pronti a fornire questo supporto istituzionale a quella parte di imprenditoria che ha mostrato voglia di crescere.
• E’ dalla chiamata a raccolta di queste energie imprenditoriali , dal suo coordinamento e dal supporto alla loro attività promozionale che può nascere il nuovo Terminillo.
• Immaginiamo quindi un’attività che preveda la creazione di eventi a più valenze, che coniughino in una giornata le esigenze e le aspettative di più fasce d’età.
Nell’ambito di questi eventi avranno un ruolo determinante i ristoranti ed i rifugi che potranno servire dei menù a forte caratterizzazione territoriale. Una considerazione a parte meritano le vette: sono vette praticabili il cui raggiungimento non richiede abilità tecniche particolari, ma a pochi è mai stato raccontato che ci si può salire facilmente e lo spettacolo di cui si gode toglie il fiato: sono pochi persino i reatini che ne sono a conoscenza. Anche su questo lavoreremo.
• A Pian de Valli c’è anche il Tempio di San Francesco, che non solo si giova di un’intitolazione importante ma custodisce anche una reliquia del Santo. Promuoveremo questa eccellenza nel piano generale di promozione del turismo legato alla spiritualità.
• Un ambito differente è quello che riguarda il campo d’altura. Siamo indubbiamente in presenza di un’eccellenza a livello nazionale, ma il problema del mancato collegamento con le strutture alberghiere e rappresenta un ostacolo all’offerta della struttura a società sportive per l’allenamento estivo. Lavoreremo all’eliminazione di questo handicap .

 

Commissione per il Terminillo

LA REGIONE CONVOCA LA COMMISSIONE SUL TERMINILLO
Il presidente della Provincia di Rieti, Fabio Melilli, comunica che la Regione Lazio ha finalmente convocato la commissione  consultiva per l’attuazione del Protocollo d’Intesa per il rilancio dell’attività sciistica nel comprensorio del Monte Terminillo. La commissione si riunirà il 3 maggio 2012 alle ore 11.00 a Roma presso la Direzione Regionale Trasporti e vi prenderanno parte i rappresentanti di tutti gli Enti che hanno sottoscritto il protocollo il 27 dicembre 2011.

LA REGIONE CONVOCA LA COMMISSIONE SUL TERMINILLO
Il presidente della Provincia di Rieti, Fabio Melilli, comunica che la Regione Lazio ha finalmente convocato la commissione  consultiva per l’attuazione del Protocollo d’Intesa per il rilancio dell’attività sciistica nel comprensorio del Monte Terminillo. La commissione si riunirà il 3 maggio 2012 alle ore 11.00 a Roma presso la Direzione Regionale Trasporti e vi prenderanno parte i rappresentanti di tutti gli Enti che hanno sottoscritto il protocollo il 27 dicembre 2011. “Mi auguro che i lavori della Commissione procedano in modo rapido e spedito – commenta il presidente Melilli –  Anche perché per decidere gli interventi da attuare e sbloccare le relative risorse è necessaria non più di una riunione”.

Agenzia PRIMO PIANO © 20 Aprile 2012

DAL” TERMINILLO” il rilancio di RIETI

DAL” TERMINILLO” il rilancio di RIETI
“MONTAGNA di ROMA” – il 70% dell’economia Reatina negli anni 60, proveniva dal Terminillo.
Il declino inizia negli anni 80, prima per le scarse nevicate,e si comincia a Capire che il versante a nord “Vallonina” è decisamente più indicato per lo sviluppo delle nuove piste e il collegamento con gli impianti di Campo Stella,ma ancora è un sogno….
Negli ultimi 30 anni una scellerata gestione della stazione,ci porta alla progressiva perdita dell’utenza romana, sanzionata dalla chiusura indiscriminata di ben 8 impianti, da 30 km di piste agli attuali 10 km.
E l’Abruzzo ,più attento allo sviluppo del turismo invernale, fa la parte del leone, con Campo Felice, Ovindoli e Roccaraso, con 1.500.000 di presenze contro le 40.000 del Terminillo.
La mancanza di piste,costringe gli Sci Club locali a dirottare lo svolgimento delle gare di sci a Campo Felice, compresi i campionati Regionali LAZIO, con una rimessa economica notevole e conseguente perdita di immagine per il Terminillo.
Il Lazio è la seconda regione dopo la Lombardia come utenza di sciatori, come si può non considerare certi dati… , il Comune di Rieti non ha un assessorato al Turismo da almeno 8 anni, e ormai stiamo perdendo anche gli sciatori Reatini.

DAL” TERMINILLO” il rilancio di RIETI
“MONTAGNA di ROMA” – il 70% dell’economia Reatina negli anni 60, proveniva dal Terminillo.
Il declino inizia negli anni 80, prima per le scarse nevicate,e si comincia a Capire che il versante a nord “Vallonina” è decisamente più indicato per lo sviluppo delle nuove piste e il collegamento con gli impianti di Campo Stella,ma ancora è un sogno….
Negli ultimi 30 anni una scellerata gestione della stazione,ci porta alla progressiva perdita dell’utenza romana, sanzionata dalla chiusura indiscriminata di ben 8 impianti, da 30 km di piste agli attuali 10 km.
E l’Abruzzo ,più attento allo sviluppo del turismo invernale, fa la parte del leone, con Campo Felice, Ovindoli e Roccaraso, con 1.500.000 di presenze contro le 40.000 del Terminillo.
La mancanza di piste,costringe gli Sci Club locali a dirottare lo svolgimento delle gare di sci a Campo Felice, compresi i campionati Regionali LAZIO, con una rimessa economica notevole e conseguente perdita di immagine per il Terminillo.
Il Lazio è la seconda regione dopo la Lombardia come utenza di sciatori, come si può non considerare certi dati… , il Comune di Rieti non ha un assessorato al Turismo da almeno 8 anni, e ormai stiamo perdendo anche gli sciatori Reatini.

 

SOLUZIONI:
– Utilizzare i 20 milioni concessi dalla Regione Lazio per ricostruire gli impianti scaduti, con un progetto oculato che preveda un comprensorio con il collegamento del versante a Nord, con un sistema Consortile tra i Comuni interessati, prevedendo la bonifica delle piste “INERBIMENTO” riserva idrica e innevamento programmato. Il tutto con un attento rispetto dell’ambiente montano.
– Aumento dei parcheggi esistenti,e bloccare la conversione degli Alberghi ad Appartamenti, che ci ha ridotti da 1.200 agli attuali 400 posti letto.
Soluzioni obbligate per far ritornare il “Terminillo” al posto che merita nella città di Rieti e nella Regione Lazio.

Stagione estiva:
Pur risentendo della perdita d’immagine come stazione invernale, grazie ad un clima piacevole con i suoi 1.600 mt., viste le temperature degli ultimi anni, ed un ambiente montano davvero speciale, offre:

-TREKKING-CAVALLO-ATLETICA-CALCIO
-BIKE-TENNIS-BASKET
-PATTINAGGIO a rotelle e sul ghiaccio
-PARCO ARRAMPICATA
-MASTER di musica-chitarra-corno francese-orchestra.

Ma il periodo di alta stagione è troppo breve, 40 giorni circa, dobbiamo sviluppare altre forme di turismo:

– TURISMO–SANITARIO recupero cardiopatici,ed asmatici,per tali patologie il clima del Terminillo è scientificamente riconosciuto molto efficace.
– TURISMO-RELIGIOSO – Sentiero di Francesco – Parrocchia del Terminillo, con P. Mariano,don Luca ecc.
– CAMPI–ESTIVI -con corsi di inglese- da 5 anni a 14 anni- dal 15 Giugno
– TURISMO-CONGRESSUALE – tutto l’anno.
– TURISMO-TERMALE – Centro Benessere “fanghi – inalazioni – Terme di Cotilia“

Previsto con il completamento della piscina del Terminillo.
Priorità:
A)Una parte 20/30 % dell’ICI (IMU) del Terminillo-da destinare a “Marketing-Sito Web e promozione – creazione pista pedonale e ciclabile in paese e parco giochi
B)il Comune di Rieti unitamente a tutti gli Enti addetti al Turismo, deve nominare un “Direttore di stazione” come avviene nelle migliori stazioni del Nord,che coordini Tutte le attività e i servizi per il buon andamento e il rilancio della montagna del “Terminillo.


Votate: Alvaro Salvatori

tratto da: http://www.udcrieti.it

RINNOVO CONCESSIONE CARDITO SUD

Provincia di Rieti

DELIBERAZIONE DI GIUNTA Atto anno 2012 Num .34
Pub.2012/931 in pubblicazione dal 27/03/2012 al 10/04/2012
Proponente: SEGRETERIA GENERALE
Oggetto: RINNOVO CONCESSIONE IMPIANTO SEGGIOVIA BIPOSTO PM 10 CARDITO SUD PER IL DECENNIO DAL 17.02.2012 AL 17.02.2022 A FAVORE DELLA SOC. FUNIVIA DEL TERMINILLO S.R.L. AMMINISTRATORE UNICO SIG. FLAVIO FORMICHETTI

Provincia di Rieti

DELIBERAZIONE DI GIUNTA Atto anno 2012 Num .34
Pub.2012/931 in pubblicazione dal 27/03/2012 al 10/04/2012
Proponente: SEGRETERIA GENERALE
Oggetto: RINNOVO CONCESSIONE IMPIANTO SEGGIOVIA BIPOSTO PM 10 CARDITO SUD PER IL DECENNIO DAL 17.02.2012 AL 17.02.2022 A FAVORE DELLA SOC. FUNIVIA DEL TERMINILLO S.R.L. AMMINISTRATORE UNICO SIG. FLAVIO FORMICHETTI

==> scarica delibera

Terminillo: punto e a capo?

Terminillo: punto e a capo?
Come sempre, in occasione di un’elezione, si torna a parlare del futuro del Terminillo 
Si torna a parlare del futuro del Terminillo. La montagna reatina, conosciuta dai più come la “montagna di Roma”, vede scaturire in questi momenti una serie di proposte che puntualmente rimangono lettera morta appena spentisi i riflettori accesi dalle competizioni elettorali.

Terminillo: punto e a capo?
Come sempre, in occasione di un’elezione, si torna a parlare del futuro del Terminillo 
Si torna a parlare del futuro del Terminillo. La montagna reatina, conosciuta dai più come la “montagna di Roma”, vede scaturire in questi momenti una serie di proposte che puntualmente rimangono lettera morta appena spentisi i riflettori accesi dalle competizioni elettorali.

Ci sarà un’evoluzione diversa dopo le lezioni comunali di Rieti 2012? Sabato 7 si è svolto un incontro presso la sala del Residence Rialto, tra gli operatori e gli abitanti del Terminillo e il Candidato Sindaco Simone Petrangeli. Nel corso dell’incontro sono stati evidenziati alcuni punti di forza del Terminillo ma anche le debolezze strutturali che ne hanno segnato un inesorabile declino a favore delle località abruzzesi che hanno beneficiato della facilità di accesso garantita dall’Autostrada dei Parchi, che vide l’apertura al traffico veicolare nel tratto Roma-L’Aquila ovest nel lontano 1970.
Oggi si può pensare ad un diverso futuro per il Terminillo se si affronta il problema a 360 gradi, puntando non solo sugli impianti per il turismo invernale ma proponendo l’utilizzazione della montagna per tutto l’arco dell’anno e nei suoi molteplici aspetti.
Sarà necessario, come hanno fatto i vicini abruzzesi, puntare anche sulle risorse ambientali, sulle caratteristiche vegetazionali e faunistiche, sulle peculiarità geomorfologiche per attirare sul Terminillo nuovi visitatori per tutto l’arco dell’anno. Occorre anche incentivare e mantenere quelle produzioni agro zootecniche che possono costituire, con le proprie peculiarità, un ulteriore motivo di richiamo per il turismo enogastronomico, utilizzando anche l’attività venatoria, regolata e scientificamente indirizzata, per offrire ancora più occasioni di utilizzazione sostenibile della montagna. Purtroppo i vari progetti proposti non sembrano andare in questa direzione.
Innanzitutto, come ha ricordato Petrangeli, il futuro del Terminillo coinvolge cinque comuni, e non solo Rieti o Leonessa. Ma il vero problema è che non si può pensare al Terminillo solo in termini di sviluppo del bacino e degli impianti sciistici o di tutela delle risorse naturalistiche. Un serio progetto di sviluppo deve vedere la sintesi delle diverse esigenze, tutela dell’ambiente, turismo, attività agro zootecniche, etc., senza che vengano alzati sbarramenti ideologici e preconcetti dall’una e dall’altra parte, partendo da solide basi di conoscenza della situazione e delle diverse esigenze.
Dato per scontato che le caratteristiche dell’ambiente particolare della montagna reatina sono il quadro indispensabile per garantire uno sviluppo sostenibile e duraturo, il progetto deve prendere in esame le diverse esigenze e proporre soluzioni che consentano di sviluppare armonicamente le diverse funzioni della montagna. Se si affronterà la questione Terminillo in questi termini, forse fra cinque anni non dovremo più interrogarci sul futuro del Terminillo partendo da zero, ma si potrà proseguire nell’implementazione del progetto sulla base di risultati finalmente conseguiti.
di Maurizio Aiello