I profughi finiscono al Terminillo

Arriverebbero in provincia dalla tendopoli di Manduria. La Prefettura allertata da alcuni giorni
I profughi finiscono al Terminillo
Cinquanta tra tunisini e libici nell’ex casa Gil di Campoforogna
Dal caos e dal caldo dell’Africa alla quiete e al freddo dell’Appennino. E’ più di un’ipotesi quella che sta prendendo forma nelle ultime ore e che vede impegnata la prefettura nel censimento di possibili strutture (in particolare al Terminillo) da impiegare per accogliere una cinquantina di profughi libici e tunisini. La notizia circola già da alcuni giorni, cioè da quando la tendopoli allestita a Manduria (Taranto) – dove è già giunta una squadra dei vigili del fuoco di Rieti – ha iniziato ad accogliere la prima ondata di profughi sbarcati a Lampedusa. Per alleggerire il carico sui centri di prima accoglienza, da qui a qualche giorno potrebbero iniziare i trasferimenti in pullman verso ogni regione.

Arriverebbero in provincia dalla tendopoli di Manduria. La Prefettura allertata da alcuni giorni
I profughi finiscono al Terminillo
Cinquanta tra tunisini e libici nell’ex casa Gil di Campoforogna
Dal caos e dal caldo dell’Africa alla quiete e al freddo dell’Appennino. E’ più di un’ipotesi quella che sta prendendo forma nelle ultime ore e che vede impegnata la prefettura nel censimento di possibili strutture (in particolare al Terminillo) da impiegare per accogliere una cinquantina di profughi libici e tunisini. La notizia circola già da alcuni giorni, cioè da quando la tendopoli allestita a Manduria (Taranto) – dove è già giunta una squadra dei vigili del fuoco di Rieti – ha iniziato ad accogliere la prima ondata di profughi sbarcati a Lampedusa. Per alleggerire il carico sui centri di prima accoglienza, da qui a qualche giorno potrebbero iniziare i trasferimenti in pullman verso ogni regione. E il Viminale ha allertato le prefetture, compresa quella reatina, sensibilizzandole a ricercare strutture idonee a ricevere gli sfollati nordafricani. Secondo quanto ha appreso Il Messaggero, il prefetto Chiara Marolla avrebbe già affrontato la questione la scorsa settimana, e da un primo censimento sarebbe emersa la disponibilità di alcune strutture presenti a Terminillo. Tra queste c’è l’ex casa Gil di Campoforogna, di proprietà della Regione Lazio, costruita negli anni ‘30, impiegata come ospedale dai tedeschi durante la guerra e oggi trasformata nell’Hotel Terminillo.
L’edificio è di proprietà regionale, anche se la giunta Storace nel 2000 lo ha affidato in concessione a una società che lo gestisce tuttora. Meno probabile, ma comunque oggetto di discussione, anche il posto fisso della Forestale, sempre a Campoforogna, attualmente impiegato dal servizio Meteomont e dalla capienza piuttosto ridotta. Un’altra struttura presa in considerazione dalla prefettura per ospitare i profughi potrebbe essere anche la Foresteria del Centro Appenninico “Carlo Jucci”, siamo a Colle Scampetti e sempre nei pressi di Campoforogna, di proprietà dell’Università di Perugia e con una capienza di circa 25 posti letto. Un’ulteriore location, infine, è l’Ostello della Gioventù, all’Anello, oggetto di un progetto di riqualificazione da parte della Regione ma al momento in stato di abbandono e, almeno in tempi rapidi, difficilmente impiegabile come ricovero. Di certo la scelta del Terminillo – se così fosse – richiederebbe uno sforzo maggiore rispetto ad altre strutture presenti sul territorio, come quelle gestite da enti religiosi, per non parlare del fatto che gli esuli nordafricani, abituati a ben altri climi, dovranno essere adeguatamente vestiti per affrontare la montagna.
di FABRIZIO COLARIETI

Progetto integrato per il Terminillo.

sindaco terminilloProgetto integrato per il Terminillo.
Serve dialogo fra i Comuni di Rieti e Leonessa.
(a.f.m.) Circa le priorità, su quella relativa al turismo Terminillese il sindaco Giuseppe Emili, nel ricordare come siano stati stanziati dalla Regione 20 milioni di euro per il Terminillo, ritiene come “tra i Comuni reatino e di Leonessa si debba stabilire un rapporto di progettazione integrata circa le piste da sci da realizzare nel versante leonessano. Piste, che giustifichino lo stanziamento; quindi un lavoro d’insieme tra i due Comuni”.

sindaco terminilloProgetto integrato per il Terminillo.
Serve dialogo fra i Comuni di Rieti e Leonessa.
(a.f.m.) Circa le priorità, su quella relativa al turismo Terminillese il sindaco Giuseppe Emili, nel ricordare come siano stati stanziati dalla Regione 20 milioni di euro per il Terminillo, ritiene come “tra i Comuni reatino e di Leonessa si debba stabilire un rapporto di progettazione integrata circa le piste da sci da realizzare nel versante leonessano. Piste, che giustifichino lo stanziamento; quindi un lavoro d’insieme tra i due Comuni”. Infatti, è risaputo come la neve “più sciabile” (addirittura fino ad oltre le metà di giugno!) sia proprio quella del versante leonessano: la Vallonina e Valle Organo, neve quasi alpina e che ben reggeva il sole primaverile che invece, nelle piste del versante reatino, “ammollava” rendendo molto problematica la sciabilità, con il primo sole (generalmente già da San Giuseppe) che determinava addirittura la sua scomparsa con la formazione di pericolosissime buche d’erba. Ma, oltre a ciò, il sindaco Emili preme sulla presidente Polverini “per l’avviamento del notevole volume di lavori pubblici da realizzare nell’area comunale di Rieti”, che implicano socialmente una non indifferente occupazione di manodopera

Terminillo in Sprint, buona la prima

Terminillo in Sprint, buona la prima
Trionfa lo sci sci nordico sulle piste dei Cinque Confini
Sulle piste di Sci da Fondo dei Cinque Confini si è svolta ieri mattina la prima edizione della Terminillo in Sprint. Presso il circuito del galoppatoio, sulla distanza di un chilometro, fondisti amanti delle gare al cardiopalma si sono sfidati dando vita ad emozionanti batterie contraddistinte dalla regola dell’eliminazione diretta. Al termine della gara questa la composizione dei podi vede per le donne al primo posto Stefania Belli, seguita da Laura Collada e, terza classificata, Elena Borgia.

Terminillo in Sprint, buona la prima
Trionfa lo sci sci nordico sulle piste dei Cinque Confini
Sulle piste di Sci da Fondo dei Cinque Confini si è svolta ieri mattina la prima edizione della Terminillo in Sprint. Presso il circuito del galoppatoio, sulla distanza di un chilometro, fondisti amanti delle gare al cardiopalma si sono sfidati dando vita ad emozionanti batterie contraddistinte dalla regola dell’eliminazione diretta. Al termine della gara questa la composizione dei podi vede per le donne al primo posto Stefania Belli, seguita da Laura Collada e, terza classificata, Elena Borgia. Per gli uomini conquista il podio più alto Luca Martinelli seguito da Mirko Fortuna e, terzo classificato, Mauro Gentile. Tra gli Over 45 si impone Maurizio Testani su Stefano Micheli e Sandro Limoncelli, mentre tra le donne la già citata Stefania Belli ha la meglio su Maria Grazia Nocetti e Laura Pallotta. Alla manifestazione, oltre agli sciatori laziali, hanno preso parte rappresentanti dello sci nordico abruzzese e umbro, soliti ritrovarsi presso le piste del Terminillo.
Particolarmente emozionante la finale uomini, giocatasi per accordo comune dei tre sfidanti-amici sul doppio giro. Terminato il momento agonistico è stato lo spirito di festa a trionfare; sotto un bel sole primaverile la promessa degli atleti è stata quella di ritrovarsi tutti al Terminillo all’inizio della prossima stagione invernale.
L’organizzazione coglie l’occasione per ringraziare il personale del Corpo Forestale dello Stato in servizio sulle piste da Sci Nordico, gli uomini della Croce Rossa e il Dottor Giuliano di Fazi per la preziosa collaborazione durante le ore della gara.
di Maurizio Perelli

Un tavolo per il futuro del Terminillo.

Un tavolo per il futuro del Terminillo.
Confronto tra istituzioni e operatori alla presentazione del programma dello Sporting Club. “Non solo soldi ma la possibilità di lavorare e fare impresa”..
Lo Sporting Club Terminillo, dopo avere caratterizzato la stagione invernale della montagna reatina con eventi e intrattenimenti, ha presentato il suo programma di attività estive, ma lo ha fatto con un idea di grande impatto, quasi rivoluzionaria e dando vita ad un vero e proprio tavolo di sviluppo del territorio.

Un tavolo per il futuro del Terminillo.
Confronto tra istituzioni e operatori alla presentazione del programma dello Sporting Club. “Non solo soldi ma la possibilità di lavorare e fare impresa”..
Lo Sporting Club Terminillo, dopo avere caratterizzato la stagione invernale della montagna reatina con eventi e intrattenimenti, ha presentato il suo programma di attività estive, ma lo ha fatto con un idea di grande impatto, quasi rivoluzionaria e dando vita ad un vero e proprio tavolo di sviluppo del territorio. Ospiti dell’evento presenti nei locali dello Sporting illustri nomi della politica di Comune, Provincia e Regione; l’assessore regionale al Turismo Stefano Zappalà, l’assessore regionale all’ Istruzione e Politiche Giovanili Gabriella Sentinelli, il presidente della Commissione Regionale Turismo Miele, il consigliere regionale e presidente Fisi Lidia Nobili, l’assessore al Turismo della Provincia Alessandro Mezzetti, l’assessore allo Sport e alle Politiche Giovanili della Provincia Francesco Tancredi, l’assessore del Comune Rieti per il Terminillo Antonio Perelli, il direttore dell’Agenzia regionale per il Turismo Maffeo, il direttore dell’Apt di Rieti Franceschini, il dirigente del settore Attività Produttive del Comune di Rieti Enrico Aragona, il direttore della Stazione Terminillo Gorgo e il presidente della Proloco Salvatore. “E’ la prima volta che tutti questi rappresentanti istituzionali si trovano intorno allo stesso tavolo, oltretutto invitati da un privato”, ha commentato l’assessore Perelli, dopo avere ascoltato gli interessanti punti del programma dello Sporting Club, tra i quali eventi culturali, enogastronomici, artistici e musicali che animeranno la stagione estiva della montagna. “Questa presentazione è stata infatti motivo di apertura di una nuova forma di dialogo per un territorio che da troppi anni conosce il termine sviluppo solo in forma di promesse in campagna elettorale”, commentano dal circolo. A cogliere l’occasione sono stati soprattutto i vari operatori del Terminillo che, insieme ai ragazzi dello Sporting Club, hanno approfittato per chiedere alle istituzioni non finanziamenti o altre forme di contributo, ma la possibilità di lavorare e fare impresa nel rispetto delle regole, senza l’infinità di vincoli che stanno mummificando una stazione turistica dal potenziale altissimo e sicuramente poco espresso. Numerose le proposte e gli interventi in quello che è diventato un vivace dibattito, dal quale sono emerse la promessa dell’inserimento del Terminillo e delle sue attività nel portale del turismo regionale, di prossima inaugurazione, e l’impegno della Regione Lazio verso un processo di snellimento dei tanti impedimenti burocratici che rendono difficile la crescita di una realtà che potrebbe portare molta ricchezza

Giornata mondiale dell’Acqua

Salve a tutti, oggi è il 22 marzo 2011 e vorrei far partire una campagna di sensibilizzazione pacifica.
Il 22 marzo è la giornata mondiale dell’acqua e dovete sapere che Rieti REGALA l’acqua per far bere mezza Roma.

Non si potrebbe avere in cambio qualcosa?

Acqua in cambio di Turismo

da una email di Pietro.

Salve a tutti, oggi è il 22 marzo 2011 e vorrei far partire una campagna di sensibilizzazione pacifica.
Il 22 marzo è la giornata mondiale dell’acqua e dovete sapere che Rieti REGALA l’acqua per far bere mezza Roma.

Non si potrebbe avere in cambio qualcosa?

Acqua in cambio di Turismo

da una email di Pietro.

anche se è stato usato il logo del sito …. condivido la campagna da te intrapresa.

Omologazione pista di fondo

Terminillo, Lidia Nobili chiede l’omologazione della pista di fondo
«Si potranno ospitare alcune importanti manifestazioni sportive» dice il presidente della FISI provinciale
Il Presidente della FISI provinciale Lidia Nobili ha richiesto formalmente all’Amministrazione provinciale di Rieti l’omologazione della pista di sci nordico dei “Cinque Confini” di Terminillo.
«Da alcuni anni – spiega la Nobili – si possono svolgere in tale impianto solo gare promozionali e non anche quelle inserite all’interno del calendario FISI regionale e nazionale con grave danno per il turismo e l’economia della città».

Terminillo, Lidia Nobili chiede l’omologazione della pista di fondo
«Si potranno ospitare alcune importanti manifestazioni sportive» dice il presidente della FISI provinciale
Il Presidente della FISI provinciale Lidia Nobili ha richiesto formalmente all’Amministrazione provinciale di Rieti l’omologazione della pista di sci nordico dei “Cinque Confini” di Terminillo.
«Da alcuni anni – spiega la Nobili – si possono svolgere in tale impianto solo gare promozionali e non anche quelle inserite all’interno del calendario FISI regionale e nazionale con grave danno per il turismo e l’economia della città». «L’auspicio è che si proceda celermente all’omologazione di tale pista – conclude – al fine di poter ospitare per le prossime stagioni agonistiche alcune importanti manifestazioni che valorizzeranno e rilanceranno il Terminillo e la provincia reatina».

FIACCOLATA TRICOLORE AL TERMINILLO

FIACCOLATA TRICOLORE AL TERMINILLO
Continua l’illuminazione notturna del Monte Terminillo che sarà protratta fino a domenica 27 marzo 2011.
L’evento ha trovato unanime consenso di tutti coloro che l’hanno potuta vedere, ed apprezzare, non solo come forma artistica di illuminazione di una parte del monte Terminillo, ma per il suo spirito di esaltazione della storia italiana e dell’italianità, che il 17 marzo scorso ha festeggiato il suo 150° anniversario di unità nazionale.

FIACCOLATA TRICOLORE AL TERMINILLO
Continua l’illuminazione notturna del Monte Terminillo che sarà protratta fino a domenica 27 marzo 2011.
L’evento ha trovato unanime consenso di tutti coloro che l’hanno potuta vedere, ed apprezzare, non solo come forma artistica di illuminazione di una parte del monte Terminillo, ma per il suo spirito di esaltazione della storia italiana e dell’italianità, che il 17 marzo scorso ha festeggiato il suo 150° anniversario di unità nazionale.

Moltissimi riconoscimenti sono pervenuti alla Pro Loco, sia da semplici cittadini, sia da esponenti politici e delle pubbliche istituzioni, tutti concordi nel riconoscere la grandiosità dell’effetto che sembra non abbia avuto paragoni in tutta Italia, Si è svolta, inoltre, il 19 marzo, la grande fiaccolata tricolore realizzata dalle locali scuole di sci, nell’ambito delle manifestazioni dalla stessa Pro Loco, con le quali ha collaborato la soc. Funivia del Terminillo.
La lunga serpentina, che è iniziata alla base superiore della funivia, è terminata alla Sella del Vento, dove una gran massa di turisti hanno assistito alla manifestazione ed hanno applaudito l’arrivo dei maestri con le loro fiaccole. Mentre era in corso la fiaccolata notturna, le belle musiche del risorgimento italiano emanavano le loro note in tutta la montagna creando nella folla dei turisti momenti di vera gioia e commozione.
Si sentivano ripetere dagli adulti frasi di apprezzamento totale sullo spettacolo, mentre i più piccoli erano tutti a bocca aperta esprimendo meraviglia ed entusiastica partecipazione per l’evento.
L’entusiasmo continuava con la discesa sulla pista delle Carbonaie con sci, ciaspole, snowboard e bob e con la successiva risalita, alla Sella del Vento, con i quod cingolati.  La serata si è conclusa con ottima polenta, fettuccine, ed arrosto in un noto ristorante della zona.

 

Gabriella Paruzzi infiamma il Terminillo

La campionessa dello sci alle Olimpiadi di Salt Lake City al Trofeo sabino
Gabriella Paruzzi infiamma il Terminillo
Grande partecipazione alla quarta edizione del Trofeo Sport Point organizzato dallo Sci Club Cittaducale lungo l’anello del fondo dei «Cinque Confini» di Terminillo alla presenza di un ospite d’eccezione come Gabriella Paruzzi.

La campionessa dello sci alle Olimpiadi di Salt Lake City al Trofeo sabino
Gabriella Paruzzi infiamma il Terminillo
Grande partecipazione alla quarta edizione del Trofeo Sport Point organizzato dallo Sci Club Cittaducale lungo l’anello del fondo dei «Cinque Confini» di Terminillo alla presenza di un ospite d’eccezione come Gabriella Paruzzi. L’atleta, vincitrice della medaglia d’oro nella 30 Km a tecnica classica alle Olimpiadi di Salt Lake City 2002 e della Coppa del Mondo di sci di fondo del 2004, nel suo saluto ha elogiato la montagna reatina. «Ringraziamo il Corpo Forestale dello Stato per aver permesso alla Paruzzi di essere con noi – afferma Matteo Monaco, uno degli organizzatori della manifestazione – È un onore per noi avere una testimonial così importante per questa disciplina. Presente alle premiazioni dei numerosi partecipanti il presidente del Comitato provinciale Fisi, consigliere regionale Lidia Nobili che ha ringraziato Gabriella Paruzzi per aver dato lustro alla gara con la sua presenza e gli organizzatori per il grande impegno profuso, «segno che lo sci è uno sport da promuovere e da valorizzare sempre più nel nostro territorio». Un’occasione per promuovere anche le numerose bellezze della montagna reatina. D. T.

Prima gara promozionale FONDO

Prima gara promozionale interprovinciale Comitato FISI Rieti
Il giorno 20 marzo 2011, ore 9,30, il Comitato Provinciale FISI  di Rieti, nell’ambito delle manifestazioni in programma per promuovere lo sci nel nostro territorio, organizza, come deliberato nell’ultimo Consiglio, la prima gara promozionale interprovinciale di sci nordico presso l’anello del fondo dei “Cinque Confini”.
La gara si svolgerà con la formula Mass-Start aperta a tutti gli sci club del Comitato Provinciale e a tutti gli amanti di questa disciplina.
Si allega regolamento, confidando in una nutrita partecipazione.
Cordiali saluti

Pres. Comitato FISI Rieti
Lidia Nobili

Prima gara promozionale interprovinciale Comitato FISI Rieti
Il giorno 20 marzo 2011, ore 9,30, il Comitato Provinciale FISI  di Rieti, nell’ambito delle manifestazioni in programma per promuovere lo sci nel nostro territorio, organizza, come deliberato nell’ultimo Consiglio, la prima gara promozionale interprovinciale di sci nordico presso l’anello del fondo dei “Cinque Confini”.
La gara si svolgerà con la formula Mass-Start aperta a tutti gli sci club del Comitato Provinciale e a tutti gli amanti di questa disciplina.
Si allega regolamento, confidando in una nutrita partecipazione.
Cordiali saluti

Pres. Comitato FISI Rieti
Lidia Nobili
FEDERAZIONE  ITALIANA  SPORT  INVERNALI – Comitato Provinciale F.I.S.I. di Rieti

Terminillo pista 5 confini 20 MARZO 2011
1° gara promozionale interprovinciale sci di fondo comitato Fisi Rieti
Mass-Start 10-7,5-5-4-2,5-2-1 Km. T.l.
PROGRAMMA MANIFESTAZIONE
Domenica 20 Marzo 2011
Ore 09,30 Partenza gara Mass-Start
Km.10T.L. Senior M. ( 4 x 2,5 km.)
Km.5 T.L. Senior F. ( 2 x 2,5 km.)
Km 7,5 T.L. Allievi M. ( 3 x 2,5 km.)
Km 5 T.L. Allievi F.  (2 x 2,5 Km.)
Km.5 T.L.Ragazzi M. (2 x 2,5 Km)
Km 4 T.L. Ragazzi F. ( 2x 2 Km)
Km. 2,5T.L. Cuccioli M./F. (1×2,5Km)
Km 2 T.L.Baby M.e F. (1 x 2 Km)
Km 1 T.L.Baby Sprint M.e F.(1x1Km)
Ore 12,30 Premiazione sul campo di gara
Le gare si svolgeranno secondo le normative Regionali C.L.S. e F.I.S.I. 2010-2011.
ISCRIZIONI
Le iscrizionio avranno luogo la mattina stessa sul campo di gara a partire dalle ore 08,30 oppure e-mail comiprovincialefisi@tiscali.it oppure al numero 3388536029
Tommaso.
Quota iscrizione : € 5,00 ad atleta per tutte le categorie.
DATI ORGANIZZATIVI
Organizzazione:Comitato provinciale Fisi Rieti
Ufficio Gara: Pista 5 confini
Campo Gara: Pista 5 confini
Premiazioni: Pista 5 confini
Il comitato organizzatore declina ogni e qualsiasi responsabilità per incidenti o danni che potrebbero accadere ai concorrenti, persone o cose, prima,durante e dopo lo svolgimento della manifestazione.
Comitato FISI Rieti