Le piste sono abusive

Terminillo, le piste sono abusive
Manca la legge regionale sulla sicurezza e le aree non sono sciabili
Aspettando altra neve, che come sempre tutto copre e sopporta, Francesco Persio mette a nudo le criticità “giuridiche” dell’ex Montagna di Roma. «Senza la legge regionale sulla sicurezza, che aspettiamo dal 2004, non esistono aree sciabili, dunque le piste rimaste sono da considerarsi abusive – scandisce l’avvocato e maestro di sci reatino, esperto giuridico della Regione per lo sci, consulente del Comune di Rieti per il Terminillo – e senza piste classificate come tali diventa impossibile provvedere alla loro sicurezza, sia in termini di segnaletica che di responsabilità del gestore degli impianti, che di sanzioni per gli sciatori che violino le norme di circolazione.

Terminillo, le piste sono abusive
Manca la legge regionale sulla sicurezza e le aree non sono sciabili
Aspettando altra neve, che come sempre tutto copre e sopporta, Francesco Persio mette a nudo le criticità “giuridiche” dell’ex Montagna di Roma. «Senza la legge regionale sulla sicurezza, che aspettiamo dal 2004, non esistono aree sciabili, dunque le piste rimaste sono da considerarsi abusive – scandisce l’avvocato e maestro di sci reatino, esperto giuridico della Regione per lo sci, consulente del Comune di Rieti per il Terminillo – e senza piste classificate come tali diventa impossibile provvedere alla loro sicurezza, sia in termini di segnaletica che di responsabilità del gestore degli impianti, che di sanzioni per gli sciatori che violino le norme di circolazione. A normare tutto questo doveva essere la Regione entro il giugno del 2004, sulla scia della legge nazionale sulla sicurezza, la 363 del 2003. Nel Lazio la legge non c’è e questo significa che le piste da sci sono abusive e che le forze dell’ordine non possono sanzionare gli sciatori che contravvengono alle regole di condotta. In una montagna come il Terminillo vengono rilevati circa 150 incidenti all’anno con danni alla persona, molti dei quali gravissimi».
C’è però la legge nazionale che fa testo: «Per alcuni aspetti sì, come quello delicatissimo del soccorso – dice ancora Persio – e all’articolo 3 si legge che chi ha l’obbligo di assicurare soccorso e trasporto degli infortunati lungo le piste sono i gestori degli impianti. Gli stessi che, annualmente, devono fornire alla Regione l’elenco analitico degli infortuni svolti sulle piste». Un passaggio che suona come una replica ai gestori della Società Funivia, che nei giorni scorsi rigettando le contestazioni mosse loro dal Comune di Rieti nel 2009 con due diffide lamentavano l’insussistenza degli addebiti e l’incongruenza anche giuridica delle contestazioni. «Le irregolarità nella gestione esistono e sono gravi, e oltre a essere oggetto di contestazioni giudiziarie sono anche la causa di un malcontento generale largamente diffuso – risponde Persio – ma bisogna guardare oltre: a fronte di tanti progetti sul piano pratico nulla abbiamo oltre l’ordinanza del sindaco del luglio 2009 sul divieto di accesso degli slittini sui campi da sci e il lodevole impegno della Provincia nel migliorare le piste da fondo. Intanto però il Terminillo sta morendo: le piste abusive, le concessioni sotto osservazione del Tar, impianti di risalita dismessi. Dei 12 impianti inizialmente esistenti ne sono rimasti 3 e l’Abruzzo calamita sulle sue piste anche gli sciatori romani che a Terminillo hanno casa. Bisogna assumersi la responsabilità di decisioni importanti, cominciando con l’unificare le posizioni dei Comuni, premere sulla Regione perché vari la legge sulla sicurezza, rivedere le attuali concessioni e creare le condizioni per favorire l’intervento dei nostri investitori. Sono proposte emendabili per carità, ma nell’opera di ricostruzione del Terminillo ognuno deve assumersi le sue responsabilità. E provare a lavorare insieme».

di ALESSANDRA LANCIA

Corsi di Snowboard per bambini e ragazzi…

Corso snowboard terminilloLo Sci Club Vazia del Terminillo organizza corsi collettivi di snowboard per bambini e ragazzi.
Corsi di Snowboard per bambini e ragazzi…
Dopo lo sci, è il modo più diffuso di vivere la neve, soprattutto tra i giovani. Ma lo snowboard non è solamente un’alternativa allo sci è uno stile di vita e un modo diverso di vedere e vivere il TERMINILLO.

Corso snowboard terminilloLo Sci Club Vazia del Terminillo organizza corsi collettivi di snowboard per bambini e ragazzi.
Corsi di Snowboard per bambini e ragazzi…
Dopo lo sci, è il modo più diffuso di vivere la neve, soprattutto tra i giovani. Ma lo snowboard non è solamente un’alternativa allo sci è uno stile di vita e un modo diverso di vedere e vivere il TERMINILLO. I piccoli gruppi omogenei delle nostre collettive permettono ai maestri di seguirvi con attenzione e professionalità e garantiscono la qualità che tutti aspettavate e la sicurezza di cui avevate bisogno.
Per chi ama l’avventura è possibile effettuare fuoripista su neve fresca (freeride), immersi in scenari paesaggistici di straordinaria bellezza, inusuali e poco noti.

Per maggior informazioni www.sciclubvazia.com

Terminillo, gratis internet

Internet wi-fi libero a Terminillo
Copertura totale sulle vie e piazza di Pian de’ Valli
Da oggi a Terminillo è attiva la connessionee wi-fi ad internet gratuita e libera messa adisposizionee dalla Provincia di Rieti.
L’Amministrazione provinciale di Rieti ha voluto dare la possibilità a tutti coloro che frequenteranno il Terminillo di poter accedere ad internet con i loro dispositivi wireless (notebook, smartphone, pda, ipad, ecc.) in modo completamente gratuito grazie ad una copertura wi-fi che, tramite diversi hot-spot, interesserà le principali vie e piazze di Pian de’ Valli.

Internet wi-fi libero a Terminillo
Copertura totale sulle vie e piazza di Pian de’ Valli
Da oggi a Terminillo è attiva la connessionee wi-fi ad internet gratuita e libera messa adisposizionee dalla Provincia di Rieti.
L’Amministrazione provinciale di Rieti ha voluto dare la possibilità a tutti coloro che frequenteranno il Terminillo di poter accedere ad internet con i loro dispositivi wireless (notebook, smartphone, pda, ipad, ecc.) in modo completamente gratuito grazie ad una copertura wi-fi che, tramite diversi hot-spot, interesserà le principali vie e piazze di Pian de’ Valli. “E’ uno sforzo che questa amministrazione ha ritenuto opportuno compiere anche in vista delle festività natalizie ma che proseguirà anche in futuro- commentano il presidente della Provincia Fabio Melilli, e l’assessore provinciale all’Innovazione tecnologica, Francesco Tancredi – Sulla nostra montagna in questi giorni mi auguro si riverseranno moltissimi turisti, sia dalla Capitale che dalle regione limitrofe, noi abbiamo voluto fornire loro un servizio in più: la connessione veloce ad internet tramite wi-fi. In questo modo, stando seduti al bar o sulle panchine piuttosto che durante una passeggiata, chiunque potrà collegarsi liberamente alla rete. Anticipiamo così le scelte che speriamo il Governo possa concretizzare in questi giorni per l’accesso libero ad internet nei punti di maggiore frequenza. E’ solo la prima tappa, la prossima riguarderà le scuole superiori reatine il Conservatorio e l’Università. Motivo di ulteriore soddisfazione è che queste operazioni saranno realizzate valorizzando l’imprenditoria locale”.

Terminillo, la stagione slitta ancora

I titolari degli impianti: Il Comune ha firmato le diffide senza sapere che c’erano tante inesattezze
Terminillo, la stagione slitta ancora
In attesa della neve, la Società Funivia contesta il ricorso al Tar
Natale senza sci: pioggia e rialzo delle temperature hanno costretto la Società Funivia a rinviare l’apertura di piste e impianti di risalita. C’è tempo per passare al contrattacco rispetto all’ultima ombra che pesa sul Terminillo, il ricorso al Tar per l’annullamento delle concessioni di Carbonaie e Terminilluccio deliberate dal Comune nel dicembre scorso e impugnate dalla società “Due cime”.

I titolari degli impianti: Il Comune ha firmato le diffide senza sapere che c’erano tante inesattezze
Terminillo, la stagione slitta ancora
In attesa della neve, la Società Funivia contesta il ricorso al Tar
Natale senza sci: pioggia e rialzo delle temperature hanno costretto la Società Funivia a rinviare l’apertura di piste e impianti di risalita. C’è tempo per passare al contrattacco rispetto all’ultima ombra che pesa sul Terminillo, il ricorso al Tar per l’annullamento delle concessioni di Carbonaie e Terminilluccio deliberate dal Comune nel dicembre scorso e impugnate dalla società “Due cime”.

Una vicenda venuta alla luce a novembre con un’interpellanza del consigliere comunale Simone Petrangeli (Sel) e per la quale si attende la decisione del Tar e la discussione in consiglio. «I rapporti tra Società Funivia e Comune sono stati sempre collaborativi sin dal 1934 – contrattaccano i titolari Flavio Formichetti e Franco Ferriani – altri hanno cercato di creare ostacoli, producendo documenti inesatti e dimostrando ignoranza della materia. Ma con questi signori ce la vedremo in Procura». Il riferimento è allo studio legale Persio, che nel 2008 elaborò la “perizia” sullo stato del Terminillo dalla quale hanno preso le mosse le due diffide del Comune contro la Società Funivia e più velatamente all’assessore Chicco Costini, che nel 2007 sembrò voler dare una sterzata all’andazzo sul Terminillo. Terminillo tornato ora sotto le “cure” dell’assessore Antonio Perelli.
«Le diffide non sono due ma una, alla quale abbiamo risposto puntualmente smontando le loro tesi una a una», dicono Ferriani e Formichetti. La seconda diffida era la risposta alle vostre controdeduzioni, era firmata dal sindaco Emili e dal comandante della Municipale Aragona e prospettava la revoca delle concessioni: «Hanno firmato senza sapere che c’erano un mucchio di inesattezze». Tipo? «Il mancato soccorso agli infortunati: come succede ovunque, il servizio viene svolto in collaborazione con Polizia e Carabinieri che hanno personale specializzato. Noi mettiamo mezzi e strumentazione». Veniamo alle piste: «Ci hanno contestato inadempienze su quelli che sono fuoripista, ma noi più che segnalarli non possiamo fare. Chi ci vuole andare lo fa a suo rischio e pericolo». Impianti di risalita: «Il tapis roulant di Campo Togo in certe condizioni può essere pericoloso, per questo lo fermiamo. Le reti di protezione sono quelle comuni, tutte a norma. E quando ci si imputa la mancanza di manutenzione delle piste si dovrebbe sapere che con le leggi che ci sono la montagna non si può toccare. L’impianto di innevamento poi è tutto a carico nostro, è alimentato con l’acqua dell’acquedotto, centellinata e pagata a caro prezzo. In altre stazioni l’acqua è condottata diversamente ed è gratis: noi paghiamo». Ma non le concessioni: «Paghiamo il canone per i terreni all’amministrazione separata dei Beni civici di Vazia». Che non è il Comune: «Ma i ragazzi reatini fino alle superiori hanno sconti del 40% sugli abbonamenti. E per ogni manifestazione mettiamo a disposizione gratis spazi e mezzi».
di ALESSANDRA LANCIA

 

Miglioramento collegamento Terminillo – Leonessa

Prot. n. 58687  —  Rieti, lì 17.12.2010
PROVINCIA DI RIETI —- AVVISO  DI GARA ESPLETATA
Ai  sensi  dell’art.  122 comma 3 del D.Lgs 163/06 e s.m.i., si comunica  che con determinazioni  n. 363 del 22.06.2010 e n. 455  dell’11.08.2010, esecutive, adottate dal Dirigente del  Settore VIII, si è proceduto all’aggiudicazione definitiva dei lavori di: “Miglioramento collegamento Terminillo – Leonessa S.R. n. 4 bis e S.P. n. 10”. CIG.  N. 04428581FB. Offerte pervenute e partecipanti n. 12:

Prot. n. 58687  —  Rieti, lì 17.12.2010
PROVINCIA DI RIETI —- AVVISO  DI GARA ESPLETATA
Ai  sensi  dell’art.  122 comma 3 del D.Lgs 163/06 e s.m.i., si comunica  che con determinazioni  n. 363 del 22.06.2010 e n. 455  dell’11.08.2010, esecutive, adottate dal Dirigente del  Settore VIII, si è proceduto all’aggiudicazione definitiva dei lavori di: “Miglioramento collegamento Terminillo – Leonessa S.R. n. 4 bis e S.P. n. 10”. CIG.  N. 04428581FB. Offerte pervenute e partecipanti n. 12:

Fiorello Fioretti punti 56,196; A.T.I. Gedies S.r.l. (mandataria) e I.C.A.G. S.r.l. (mandante) punti 45,931, General WorK e Ronzoni Maurizio (impresa ausiliaria) punti 26,850,  Mazzaferri S.r.l. punti, A.T.I. Consorzio Triveneto Rocciatori Soc. Coop. a.r.l. (mandataria) e Ubirock S.r.l. (mandante) punti 39,870, Coala – Consorzio Abruzzese Lavori e Ambiente punti 61,950, S.I.M.A. S.r.l. e Siriani S.r.l. punti 35,019, Car Segnaletica Stradale S.r.l. punti 33,890, Acogea S.r.l. punti 40,902,  A.T.I. Brunelli Costruzioni di Mancini Giuseppina & C. S.a.s. (mandataria) e Esseti S.r.l. Sistemi e Tecnologie (impresa cooptata) punti 57,945, Al.Co. e Opera Costruzioni S.r.l. (impresa ausiliaria) punti 34,116.
L’appalto   esple¬tato   con la procedura aperta ai sensi dell’art. 54 del D.Lgs 163/06 e s.m.i. e  con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 83 del D.Lgs 163/06, è stato aggiudicato al Consorzio Abruzzese Lavori e Ambiente con sede legale in Pietracamela (TE), via D. Giardetti 15, per l’importo contrattuale di €. 542.092,16 con il ribasso del 41,045%, con un punteggio complessivo di 61,950 punti.
Pubblicato  sulla G.U.R.I. il 13.12.2010 n. 143 V serie speciale.

MG

Il Responsabile del Servizio Appalti
F.to  p.o. (Dott.ssa M. Adele La Barba)

tratto da http://www.provincia.rieti.it/Engine/RAServePG.php/P/538610010700/M/276010010732

 

Ora è consentito fare piste da sci sul monte Terminillo

Bilancio, Bonelli (Verdi): “Sarà consentito costruire di tutto dappertutto” anche piste di SCI al Terminillo
REGIONE – (22 dicembre) – (m) “È stato un vero e proprio blitz contro il territorio e l’ambiente quello che all’alba ha compiuto in Commissione bilancio la maggioranza di centrodestra ha presentato una serie di emendamenti alla legge finanziaria tesi a stravolgere la legge urbanistica e quella sui parchi per dare il via a una colata di cemento senza precedenti nella storia della regione.

Bilancio, Bonelli (Verdi): “Sarà consentito costruire di tutto dappertutto” anche piste di SCI al Terminillo
REGIONE – (22 dicembre) – (m) “È stato un vero e proprio blitz contro il territorio e l’ambiente quello che all’alba ha compiuto in Commissione bilancio la maggioranza di centrodestra ha presentato una serie di emendamenti alla legge finanziaria tesi a stravolgere la legge urbanistica e quella sui parchi per dare il via a una colata di cemento senza precedenti nella storia della regione.

– afferma il Presidente nazionale e Capogruppo in Regione Lazio dei Verdi per la Costituente ecologista, Angelo Bonelli – I sei emendamenti consentiranno interventi edificatori nelle zone protette dai piani paesistici, dando la possibilità di costruire porti, case, impianti sportivi e tecnologici, centri commerciali nelle zone sottoposte a vincolo paesaggistico. In pratica sarà consentito costruire di tutto d’dappertutto”.
Un emendamento consentirà il taglio di 10mila alberi per fare piste da sci sul monte Terminillo che sarà quasi rasato a zero, mentre la superficie boscata residua servirà per incrementare le cubature.” Tradotto si abbattono interi boschi e si cola ulteriore cemento. Noi Verdi saremo durissimi su questi provvedimenti e chiediamo a tutte le associazioni ambientaliste a ai cittadini di mobilitarsi per impedire questo ennesimo attacco al territorio della nostra regione”.

 

http://www.ontuscia.it/e107_plugins/content/content.php?content.3225

Asm al Terminillo

Festività di Natale e Capodanno, gli orari del trasporto urbano dell’Asm al Terminillo
L’Azienda servizi municipalizzata di Rieti rende noto all’utenza che nei giorni 24 e 31 dicembre il servizio di trasporto pubblico locale terminerà alle ore 21,40. Il giorno 25 dicembre, in occasione della ricorrenza del Natale, il servizio di trasporto non sarà sospeso per la linea 513 per e dal Teminillo, che verrà effettuata secondo il consueto orario festivo.

Comincia la stagione sciistica.

Comincia la stagione sciistica.
In questi giorni si è formato uno strato compatto di dieci-quindici centimetri di neve. D a mercoledì prossimo impianti aperti sul Monte Terminillo.
In questo ultimo scorcio di autunno che prelude ad un inverno già definito tra i più freddi degli ultimi cento anni, non poteva mancare la neve.

Comincia la stagione sciistica.
In questi giorni si è formato uno strato compatto di dieci-quindici centimetri di neve. D a mercoledì prossimo impianti aperti sul Monte Terminillo.
In questo ultimo scorcio di autunno che prelude ad un inverno già definito tra i più freddi degli ultimi cento anni, non poteva mancare la neve. E se da un lato le precipitazioni di venerdì hanno provocato una serie di gravi disagi e hanno inginocchiato una città impreparata ad affrontare il maltempo, nonostante le previsioni avessero preannunciato con largo anticipo l’ondata di neve, d’altro canto la neve per le zone montane del Reatino rappresenta quasi una manna scesa dal cielo, almeno sotto l’aspetto turistico-ricettivo. Buona parte dell’economia di zone quali quella di Leonessa e del Terminillo sono strettamente legate alla condizioni meteo, premessa indispensabile per una stagione sciistica più o meno florida. Negli ultimi giorni con il freddo pungente e l’abbassamento delle temperature anche molto al di sotto dello zero, la situazione al Monte Terminillo è nettamente cambiata e a uno strato di gelo si è sovrapposto un tappeto di neve fresca di 10-15 centimetri. Se le condizioni meteo dovessero mantenersi costanti nei prossimi giorni e non subire improvvise impennate nel rialzo delle temperature e non dovesse piovere, al Terminillo sussistono al momento le condizioni ideali per sciare. Tanto che si ipotizza (condizioni meteo permettendo) la prossima apertura di almeno una parte degli impianti di risalita. Si presenta dunque la possibilità di passare il periodo delle festività di Natale sulla neve, se è vero che la prima ipotesi è quella di aprire gli impianti già dal prossimo mercoledì. Al momento la strade per raggiungere la ex “Montagna di Roma” sono perfettamente percorribili e in completa assenza di neve, mentre sul monte si sta lavorando per battere e compattare la neve. Pur se mancano per ora le condizioni di innevamento ideale per aprire tutte le piste e i relativi impianti, sembra certo che sarà possibile sciare sulle Carbonaie e sul Campo scuola. La colonnina di mercurio del resto pare essersi stabilizzata su una temperatura attorno allo zero nelle ore centrali della giornata, mentre scende abbondantemente sotto lo zero nelle ore notturne: condizione ideale perché si crei un sottile strato di ghiaccio su cui viene immessa neve fresca o “sparata” dai cannoni, o formatasi attraverso le precipitazioni

Claudio Bianconi

Delusione al Terminillo

Delusione al Terminillo
Lo scirocco scioglie la neve
Rieti: Temperatura troppo alta e domenica rovinata .Gli operatori annunciano: mercoledì apriremo alcune piste.
Lo scirocco rovina la festa sulla neve. A parte qualche «tappetino» per far divertire i bambini, piste chiuse sui monti reatini. Il gelo e le precipitazioni nevose dei giorni scorsi hanno ingannato. Sulle piste poca roba. Terminillo, Selvarotonda di Cittareale, Leonessa, la stagione ancora stenta a partire e le migliaia di vacanzieri che ieri hanno cercato di raggiungere gli impianti si sono dovuti accontentare di una passeggiata o una sosta al ristorante. «Ma se non aprono gli impianti di risalita non lo fanno nemmeno molte strutture ricettive – dicono un gruppo di boy-scout arrivati da Ascoli Piceno – poche trattorie dove si può mangiare e anche care».

Delusione al Terminillo
Lo scirocco scioglie la neve
Rieti: Temperatura troppo alta e domenica rovinata .Gli operatori annunciano: mercoledì apriremo alcune piste.
Lo scirocco rovina la festa sulla neve. A parte qualche «tappetino» per far divertire i bambini, piste chiuse sui monti reatini. Il gelo e le precipitazioni nevose dei giorni scorsi hanno ingannato. Sulle piste poca roba. Terminillo, Selvarotonda di Cittareale, Leonessa, la stagione ancora stenta a partire e le migliaia di vacanzieri che ieri hanno cercato di raggiungere gli impianti si sono dovuti accontentare di una passeggiata o una sosta al ristorante. «Ma se non aprono gli impianti di risalita non lo fanno nemmeno molte strutture ricettive – dicono un gruppo di boy-scout arrivati da Ascoli Piceno – poche trattorie dove si può mangiare e anche care». La verità è che se non c’è neve buona per sciare al Terminillo resta molto poco da fare. «Sì ma qualche pista facile si poteva aprire – dicono gli albergatori di piazzale Togo – le Carbonaie, la Cardito sud avrebbero lavorato e con esse anche noi altri. Non è per far polemica ma qui si aspetta sempre l’ultimo giorno. Servono altri impegni». Dalla Società Funivie del Terminillo si difendono. «Non è colpa nostra se l’Appennino va così – ribatte il patron degli impianti terminillesi Flavio Formichetti – un giorno c’è mezzo metro di neve e la temperatura a meno dieci e il giorno dopo arriva lo scirocco, piove e il termometro sale di quindici gradi. Noi stiamo organizzando tutto per aprire parte delle piste mercoledì».
Il Terminillo, probabilmente, ha bisogno anche di altre attrazioni invernali per il tempo libero. Solo così i turisti possono divertirsi anche con altro. Il centro sportivo con mega-piscina della Valletta resta non completato e lo scavalco verso Cantalice-Leonessa rimane un sogno. «I Verdi e la sinistra estrema – dicono sempre dal Terminillo – ci dicono che il progetto privato per il rilancio non ha superato la valutazione d’impatto ambientale, e ancora una volta nella nostra provincia si inscena uno dei più famosi racconti dello scrittore Giovannino Guareschi che vede protagonisti don Camillo e Peppone, eternamente contrapposti su ogni argomento. I precedenti episodi ambientati nella piccola provincia in riva al Velino, del tutto simili a quelli che nel dopo guerra erano propri della riva del Po, descrivono come la politica reatina sia in disaccordo su ogni cosa: dalla realizzazione della ferrovia Rieti-Roma alla Salaria a quattro corsie; sulle soluzioni per salvare le aziende del nucleo industriale, sulla gestione dell’acqua e tanto altro».
Ora, mercoledì mattina, entrerà in campo anche la nuova ProLoco del Terminillo. Il rilancio ecocompatibile della montagna reatina è possibile, non servono altri enti e consigli d’amministrazione per realizzarlo, ma solo amministratori capaci di lasciare a casa le posizioni preconcette e magari copiare le iniziative che hanno rilanciato territori simili a questo. Abruzzo insegna.

Eventi Vacanze 2010-11

terminillo 2010-11Eventi Vacanze 2010-11

26 Dicembre Babbo Natale per il Terminillo
31 Dicembre Fiaccolata e Fuochi d’artificio

terminillo 2010-11Eventi Vacanze 2010-11

26 Dicembre Babbo Natale per il Terminillo
31 Dicembre Fiaccolata e Fuochi d’artificio
27 Dicembre ore 18.00 Spettacolo Obu Osteria del Canale Regia di Alessandro Cavoli
28 Dicembre ore 18.00 Spettacolo Obu Osteria del Canale Regia di Alessandro Cavoli
30 Dicembre sotto i portici del Palazzo del Turismo Gruppo Folk Falacrinae Cittareale e distribuzione di castagne e Vin Brulè
1 Gennaio 2011 ore 18.00 Concerto del Pianista Giovanni Veroli musiche di Chopin, List
4 Gennaio 2011 ore 18.00 c/o Palazzo del Turismo Rappresentazione del libro di Roberto Marinelli “La Bonifica Reatina”
6 Gennaio 2011 ore 17.00 c/o Palazzo del Truismo Roberta Calce , presentazione del libro “Poesie in Calce”
8 Gennaio 2011 gara di Bob in notturna
22 Gennaio 2011 Sci di fondo in notturna