Micacchi suona al Terminillo

Stasera concerto del pianista reatino
Micacchi suona al Terminillo
Nell’ambito dele manifestazioni organizzate per allietare le serate dei numerosi turisti presenti sul Terminillo questa sera si svolgerà al Palazzo del turismo, con inizio alle 21, un concerto di considerevole livello artistico.

Stasera concerto del pianista reatino
Micacchi suona al Terminillo
Nell’ambito dele manifestazioni organizzate per allietare le serate dei numerosi turisti presenti sul Terminillo questa sera si svolgerà al Palazzo del turismo, con inizio alle 21, un concerto di considerevole livello artistico. Si esibirà al piano Emanuele Micacchi, giovane e affermato musicista reatino, che già ha ottenuto numerosi consensi dal web. Proporrà brani originali da lui stesso composti, sincretismo di vari linguaggi sonori (musica classica, contemporanea, jazz, latina) che si fondono in atmosfere sognanti. Il concerto prelude alla prossima uscita del disco di pianoforte solo, inciso questa estate.Ald. Fab.

Dichiarazione assessore Mezzetti

alessandro mezzettiDichiarazione assessore Mezzetti sull’avvio di Terminillo Eventi Estate 2010.
“Terminillo, un itinerario per la bella stagione. E in effetti è un progetto che sta funzionando. Tanta gente infatti domenica scorsa è salita a Pian de’ Valli per seguire la Philadelfia Jazz Orchestra. Davvero una splendida atmosfera degna della bellezza della montagna reatina con moltissimi turisti romani in coda per mangiare nei ristoranti della montagna, le bandiere gialle della Coldiretti; l’unica pecca il cantiere aperto nella piazza comunque la proposta lanciata dall’assessorato alle Politiche turistiche della Provincia di Rieti insieme al Comune di Rieti e all’Apt sta davvero dando i risultati sperati.

alessandro mezzettiDichiarazione assessore Mezzetti sull’avvio di Terminillo Eventi Estate 2010.
“Terminillo, un itinerario per la bella stagione. E in effetti è un progetto che sta funzionando. Tanta gente infatti domenica scorsa è salita a Pian de’ Valli per seguire la Philadelfia Jazz Orchestra. Davvero una splendida atmosfera degna della bellezza della montagna reatina con moltissimi turisti romani in coda per mangiare nei ristoranti della montagna, le bandiere gialle della Coldiretti; l’unica pecca il cantiere aperto nella piazza comunque la proposta lanciata dall’assessorato alle Politiche turistiche della Provincia di Rieti insieme al Comune di Rieti e all’Apt sta davvero dando i risultati sperati.

Un’orchestra americana di primo livello il weekend scorso ha fatto da cornice ad un paese tornato in festa. Questo ci fa davvero piacere perché oltre a ravvivare la montagna tutto questo dà una boccata d’ossigeno ai nostri operatori turistici e commerciali. Il programma è solo agli inizi sono convinto che la stagione estiva del Terminillo potrà essere ricca di soddisfazioni”.
E’ quanto dichiara l’assessore alle Politiche turistiche della Provincia di Rieti, Alessandro Mezzetti, sull’avvio di Terminillo Eventi Estate 2010.

 

Mercato di Coldiretti

coldiretti rieti terminilloTerminillo, il mercato di Coldiretti si sposta davanti all’hotel Togo
«Un ringraziamento va al sindaco Giuseppe Emili e al comandante dei vigili di Rieti Enrico Aragona» dice Aldo Mattia
Dalla giornata di domani, e per tutti i week end, fino alla prima settimana di settembre, la Coldiretti si sposterà, con i suoi 30 stand, nel piazzale che si trova di fronte all’Hotel Togo.

coldiretti rieti terminilloTerminillo, il mercato di Coldiretti si sposta davanti all’hotel Togo
«Un ringraziamento va al sindaco Giuseppe Emili e al comandante dei vigili di Rieti Enrico Aragona» dice Aldo Mattia
Dalla giornata di domani, e per tutti i week end, fino alla prima settimana di settembre, la Coldiretti si sposterà, con i suoi 30 stand, nel piazzale che si trova di fronte all’Hotel Togo. «La consideriamo come una promozione, – dice il direttore di Coldiretti Rieti e Lazio, Aldo Mattia – il piazzale antistante, nel quale ci trovavamo, e l’area circostante, sono interessati dal rifacimento del manto stradale, qualcuno aveva ventilato l’ipotesi di spostarci a Campoforogna ma, visto il grande afflusso e successo che stanno riscuotendo i nostri produttori, saremo collocati in questa piazza, peraltro già tutta pavimentata e molto funzionale».
«Abbiamo ottenuto finalmente regolare permesso fino alla prima settimana di settembre, grazie al sindaco Giuseppe Emili e al Comandante Vigili Polizia Municipale Enrico Aragona. Per il comune di Rieti, il cui sindaco ha dimostrato più di una volta di essere un primo cittadino ‘illuminato’, Coldiretti rappresenta un valore aggiunto e una opportunità per la valorizzazione del territorio comunale», ha concluso Mattia.

Terminillo, montagna sicura per tutti

Giornata di studio al rifugio Sebastiani organizzata dal Cai di Rieti in collaborazione con il soccorso alpino
Terminillo, montagna sicura per tutti
Troppi gli incidenti: corso per alpinisti, escursionisti e semplici passeggiatori
Alpinisti navigati, escursionisti esperti ma anche e soprattutto semplici passeggiatori. E’ rivolta a tutti coloro che amano godere dei paesaggi ad alta quota la giornata “Sicuri in montagna”, organizzata dal Cai di Rieti in collaborazione con il corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico, come tappa fondamentale della campagna permanente per la prevenzione degli incidenti in montagna.

Giornata di studio al rifugio Sebastiani organizzata dal Cai di Rieti in collaborazione con il soccorso alpino
Terminillo, montagna sicura per tutti
Troppi gli incidenti: corso per alpinisti, escursionisti e semplici passeggiatori
Alpinisti navigati, escursionisti esperti ma anche e soprattutto semplici passeggiatori. E’ rivolta a tutti coloro che amano godere dei paesaggi ad alta quota la giornata “Sicuri in montagna”, organizzata dal Cai di Rieti in collaborazione con il corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico, come tappa fondamentale della campagna permanente per la prevenzione degli incidenti in montagna. Domenica, presso il rifugio Sebastiani del monte Terminillo, tutti con le orecchie ben aperte per imparare le regole fondamentali che garantiscono tranquillità ed incolumità tra valli e sentieri, evitano il ripetersi di incidenti a volte anche mortali (nel 2009 in Italia si è registrata una media di una vittima al giorno) e diminuiscono il rischio di smarrimenti e perdite dell’orientamento (come annotato spesso anche dalle cronache reatine).
Perché ben venga la passione per l’escursionismo, ma la prudenza è sempre prioritaria, come spiega Fabio Desideri presidente del Cai di Rieti: «La montagna dispensa a tutti e a livelli diversi, in base alle difficoltà, delle esperienze indimenticabili, ma può essere fatale se non si segue il buon senso». Raccomandazioni che valgono ancor più negli ultimi anni, vista la crescita esponenziale di appassionati, in alcun casi anche esperti frequentatori, che non sempre possiedono le giuste tecniche per vivere la montagna in sicurezza. «Esattamente – prosegue Desideri – la montagna non è “assassina” ma è uno spazio di libertà e consapevolezza che deve essere conquistato attraverso una serie informazione e un’adeguata formazione». Cosa fare per contenere il rischio? «L’eliminazione totale dei pericoli è impossibile, ma l’obiettivo che dobbiamo prefiggerci è quello di acquisire la capacità di adattamento all’ambiente e alla situazione che ci si trova ad affrontare». Ci sono tragedie generate a volte da leggerezze banali, come l’incapacità di capire quando è il caso di fermarsi per un peggioramento del tempo, un pericolo naturale o uno stato di eccessiva stanchezza. Ed allora è bene conoscere i propri limiti ed imparare la prevenzione.
A cominciare da domenica. Questo il programma della giornata: alle 10 ritrovo al rifugio Sebastiani per l’escursione didattica con esperti del Cai e la dimostrazione delle tecniche di orientamento, meteorologia e lettura delle mappe; alle 11.30 dimostrazione pratica di soccorso alpino e dopo la pausa pranzo ancora prove tecniche e alle 16 proiezione di filmati sulle attività del Cai e del Soccorso Alpino.

di ILARIA STRINATI

Tour Ciclistico 2010 del Ravenna Bike

Mille chilometri per il Ravenna Bike Tour 2010
Si e’ concluso con arrivo ad Urbino il Tour Ciclistico 2010 del Ravenna Bike,  con partenza appunto da Urbino e ritorno dal 27 giugno al 2 luglio percorrendo circa 1000 km con soste programmate a Gubbio, Lago di Piediluco, Lago di Campotosto 8due giorni), Villa Rosa di Martinsicuro e Osimo.
Il gruppo, lungo il percorso molto impegnativo, ha scalato diverse mitiche salite quali Monte Nerone, Colfiorito, Terminillo,

Mille chilometri per il Ravenna Bike Tour 2010
Si e’ concluso con arrivo ad Urbino il Tour Ciclistico 2010 del Ravenna Bike,  con partenza appunto da Urbino e ritorno dal 27 giugno al 2 luglio percorrendo circa 1000 km con soste programmate a Gubbio, Lago di Piediluco, Lago di Campotosto 8due giorni), Villa Rosa di Martinsicuro e Osimo.
Il gruppo, lungo il percorso molto impegnativo, ha scalato diverse mitiche salite quali Monte Nerone, Colfiorito, Terminillo, Campo Imperatore, Valico delle Cesane e tante altre ma non meno impegnative. Il gruppo, grazie anche all’interessamento del team manager del gruppo Ravenna Bike Tour Franco GATTI, ha colto l’occasione per portare un po’ di solidarieta’ al Sindaco di Campotosto dr. Bruno D’Alessio, comune duramente colpito dal terremoto del 26 aprile 2009, al quale e’ stato consegnato un mosaico ravennate donato dal preside dell’Istituto G. Severini  Landi ed una medaglia offerta dal Sindaco Matteucci. Della comitiva ciclistica facevano parte oltre al citato Franco Gatti, Bendandi, Mascanzoni, Menghi, Bertoni, Dolci, Minguzzi, Pagnani, Bezzi, Cane’, Benetti e Dalmonte.

SICURI IN MONTAGNA

SICURI IN MONTAGNA
Domenica 1 Agosto, Monte Terminillo, Rifugio Sebastiani.
Il Club Alpino Italiano di Rieti in collaborazione con la stazione di Rieti del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, in linea con la
“Campagna permanente per la prevenzione degli incidenti in montagna”, ha ritenuto necessario promuovere ed organizzare una giornata dedicata alla
diffusione della cultura della prevenzione nei vari campi specifici della frequentazione dell’ambiente montano e all’adozione di adeguate e
opportune misure preventive.

SICURI IN MONTAGNA
Domenica 1 Agosto, Monte Terminillo, Rifugio Sebastiani.
Il Club Alpino Italiano di Rieti in collaborazione con la stazione di Rieti del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, in linea con la
“Campagna permanente per la prevenzione degli incidenti in montagna”, ha ritenuto necessario promuovere ed organizzare una giornata dedicata alla
diffusione della cultura della prevenzione nei vari campi specifici della frequentazione dell’ambiente montano e all’adozione di adeguate e
opportune misure preventive. Programma

Ore 10:00 – Ritrovo presso il Rifugio CAI “A. Sebastiani” di Terminillo.
Ore 10:30 – Escursione  didattica  con  esperti  CAI  e  dimostrazione  delle tecniche di orientamento, meteorologia e lettura delle carte
Ore 11:30 – Dimostrazione delle tecniche di SOCCORSO ALPINO
Ore 13:00 – Pausa pranzo con assaggi di prodotti tipici locali, offerto dalla Provincia di Rieti, in collaborazione con l’AIC e la Confcooperative
Ore 14:00 – Ripresa delle attività con dimostrazioni tecniche
Ore 16:00 – Proiezione di filmati sulle attività del CAI e del Soccorso Alpino

LA  PARTECIPAZIONE  E’  GRATUITA  ED  APERTA  A  TUTTI

NOTE: 
Per esigenze organizzative è gradita la comunicazione di adesione entro venerdì 30, in sezione Via di Porta Conca, 12 – Tel. 0746.496055  oppure
Fabio 393.4117315 – 340.8849416.

Equipaggiamento da montagna: scarponi da trekking, , Giacca a vento leggera (o k-way), Guanti e cappello (sempre nelle zaino), ricambio completo.

Potete prendere visione del programma in dettaglio dal nostro sito www.cairieti.it

Niente ruspe Rimane solo il degrado

Nulla è cambiato a Pian de’ Rosce
Terminillo, niente ruspe Rimane solo il degrado
Questa pulizia proprio non “s’ha dda fare”. Delusi e arrabbiati, domenica molti reatini hanno constatato che a Pian de’ Rosce nulla è cambiato. Nonostante le ripetute denunce e le promesse dei dirigenti comunali, le “latrine” e il posticcio fontanile realizzato con una vecchia vasca da bagno, sono ancora lì. E domenica, da quelle parti, passava anche un ex consigliere di III circoscrizione che ha tuonato: «Più di 10 anni fa denunciammo questa situazione, tutto è ancora fermo».

Nulla è cambiato a Pian de’ Rosce
Terminillo, niente ruspe Rimane solo il degrado
Questa pulizia proprio non “s’ha dda fare”. Delusi e arrabbiati, domenica molti reatini hanno constatato che a Pian de’ Rosce nulla è cambiato. Nonostante le ripetute denunce e le promesse dei dirigenti comunali, le “latrine” e il posticcio fontanile realizzato con una vecchia vasca da bagno, sono ancora lì. E domenica, da quelle parti, passava anche un ex consigliere di III circoscrizione che ha tuonato: «Più di 10 anni fa denunciammo questa situazione, tutto è ancora fermo».

Al centro del “blocco”, allora come oggi, la questione della divisione di responsabilità tra il Comune di Rieti e i Beni civici di Vazia: a chi competa la manutenzione di quella zona, non è dato saperlo. Nel frattempo il degrado avanza. La situazione domenica appariva addirittura peggiorata rispetto a una settimana fa. E risulta difficile abituarsi alla sporcizia generata tanto dall’inciviltà di alcuni turisti, quanto dalla mancanza di controlli.
Nel viottolo che costeggia il prato di Pian de’ Rosce e che porta ai bagni e al fontanile della discordia, domenica campeggiava un cumulo di rifiuti. Piatti e bicchieri di plastica, avanzi di cibo lasciati ai margini del prato da persone poco educate, sparpagliati poi dal vento e dagli animali selvatici. Il tutto a due passi da famiglie che cercavano una domenica di relax. L’ennesima occasione persa per regalare un’immagine degna alla montagna che potrebbe regalare ricchezza e possibilità di rilancio a tutta la provincia. (em.l.)

 

Terminillo Estate 2010

mozzettiTerminillo Estate 2010
E’ stato presentato il calendario degli eventi organizzati per l’estate 2010 al Terminillo dall’assessorato alle Politiche turistiche della Provincia di Rieti, l’Apt di Rieti e l’assessorato alle attività produttive del Comune di Rieti.
Un ricco programma che vedrà la Montagna reatina protagonista fino al 5 settembre grazie a manifestazioni che svariano dalla musica, al teatro ma anche sagre, mostre e sport.

mozzettiTerminillo Estate 2010
E’ stato presentato il calendario degli eventi organizzati per l’estate 2010 al Terminillo dall’assessorato alle Politiche turistiche della Provincia di Rieti, l’Apt di Rieti e l’assessorato alle attività produttive del Comune di Rieti.
Un ricco programma che vedrà la Montagna reatina protagonista fino al 5 settembre grazie a manifestazioni che svariano dalla musica, al teatro ma anche sagre, mostre e sport.

“L’assessorato da me guidato – ha dichiarato l’assessore alle Politiche turistiche della Provincia, Alessandro Mezzetti – si è prefisso, in accordo con altri enti, di rilanciare il Terminillo non solo come montagna degli sport invernali ma anche come proposta inserita negli itinerari della bella stagione. A tal proposito è stata messa in campo una campagna promozionale in tutto il centro Italia con l’obiettivo di far tornare il Terminillo ad essere una delle mete predilette per i turisti non solo del Lazio ma anche di tutte le altre regioni limitrofe. Un obiettivo questo che evidentemente gioverebbe all’intero territorio provinciale con positive ricadute su tutti i comuni del Reatino che potranno trarre giovamento da un riposizionamento turistico della montagna di Roma”.

 

scarica programma

GUARDA TUTTE LE MANIFESTAZIONE AL TERMINILLO

Terminillo, ruspe contro il degrado

Assessore boncompagniTerminillo, ruspe contro il degrado
Il Comune interverrà a Pian de’ Rosce per la bonifica dell’area
Un colpo di “ruspa” potrebbe finalmente mettere la parola fine sull’annosa questione dei “bagni della vergogna” di Pian de’ Rosce. Dopo la segnalazione di ieri su Il Messaggero, con tanto di foto che riportavano uno stato di degrado identico a quello di un anno fa, l’assessore comunale all’ambiente, Antonio Boncompagni, è letteralmente intervenuto a gamba tesa.

Assessore boncompagniTerminillo, ruspe contro il degrado
Il Comune interverrà a Pian de’ Rosce per la bonifica dell’area
Un colpo di “ruspa” potrebbe finalmente mettere la parola fine sull’annosa questione dei “bagni della vergogna” di Pian de’ Rosce. Dopo la segnalazione di ieri su Il Messaggero, con tanto di foto che riportavano uno stato di degrado identico a quello di un anno fa, l’assessore comunale all’ambiente, Antonio Boncompagni, è letteralmente intervenuto a gamba tesa.

«La situazione testimoniata da Il Messaggero è vergognosa – spiega – e la conoscevo bene. Oltre un mese fa, esattamente il 10 giugno, avevo fatto un sopralluogo con il comandante dei vigili urbani, Enrico Aragona. Valutando lo stato di abbandono, avevo disposto l’immediata rimozione di quelle strutture». Un’operazione che, però, tanto immediata non era stata, visto che quasi un mese e mezzo dopo l’ammasso di rifiuti e lamiere era ancora lì. A bloccare i lavori sarebbero state le solite “beghe” burocratiche, in particolare la “paternità” di quell’area e di quelle strutture. «Avevo chiesto al dirigente comunale competente – spiega ancora Boncompagni – di avviare immediatamente l’iter per la rimozione. Il problema è che non è stato ancora accertato se quella zona sia di competenza del Comune di Rieti o dei Beni civici di Vazia. In ogni caso, avevo chiesto di muoverci in due direzioni: avviare l’iter con i Beni civici e far richiesta alla Asm di un preventivo per la bonifica della zona. Poi avevo dato disposizioni di fare un esposto alla procura della Repubblica qualora non fossero stati rispettati i tempi dei lavori. Del resto in quel punto c’è un serio rischio per la salute, non solo uno spettacolo desolante per i turisti».
A chi competa quella zona, di fatto, ancora non è chiaro. Ciò che è chiaro, invece, è l’intervento che verrà fatto dal Comune. «In tempi brevissimi – spiega Manuela Rinaldi, dirigente comunale competente per il settore – provvederemo a far rimuovere quelle strutture. Forse, i lavori cominceranno già domani (oggi, ndr). Su quale sia l’ente che deve intervenire faremo accertamenti in seguito. Per ora la cosa importante è intervenire e rimuovere la situazione di assoluto degrado».
La bonifica, quindi, sarà pagata dal Comune di Rieti che poi, eventualmente, provvederà a chiedere l’idoneo rimborso a chi doveva occuparsi di curare quella zona. L’intervento a Pian de’ Rosce, in ogni caso, non è stato l’unico preventivato dall’assessore Boncompagni che spiega: «Abbiamo anche valutato la necessità di aumentare i cassonetti e, in alcune zone, di inserire quelli della raccolta differenziata in attesa che anche a Terminillo arrivi il porta a porta. Oltre a questo abbiamo fatto un controllo in via dei Licheni, su un muro di contenimento che non ci sembra a norma e sul quale, probabilmente, interverremo a breve». Al Terminillo, qualcosa finalmente si muove. Speriamo non si arresti.
di EMANUELE LAURENZI