I tre Trofei ASI 2009

Due manifestazioni rodate e un nuovo Trofeo con contenuti culturali
I tre Trofei ASI 2009
Il programma delle attività 2009, che vedono coinvolti i Club Federati e i Tesserati, è stato definito: vengono confermati il Super Trofeo ASI e il Trofeo Zanon e viene varato il nuovo Trofeo Marco Polo, che vedrà impegnati 21 club nell’organizzazione di raduni con importanti implicazioni culturali. Alla luce del successo delle manifestazioni 2008 e al gradimento per le formule espresso dai partecipanti, il Super Trofeo ASI si svolgerà di nuovo su sei prove, 3 al Nord, 2 al centro e una al Sud. Si tratta di gare molto strutturate, su due giornate, con lunghezza di almeno 150 km. che perciò richiedono un notevole impegno da parte dei Club organizzatori, prevedono con minimo di 35 prove, delle quali almeno un terzo con lunghezza di oltre 300 metri, con pressostati al centesimo di secondo.

Due manifestazioni rodate e un nuovo Trofeo con contenuti culturali
I tre Trofei ASI 2009
Il programma delle attività 2009, che vedono coinvolti i Club Federati e i Tesserati, è stato definito: vengono confermati il Super Trofeo ASI e il Trofeo Zanon e viene varato il nuovo Trofeo Marco Polo, che vedrà impegnati 21 club nell’organizzazione di raduni con importanti implicazioni culturali. Alla luce del successo delle manifestazioni 2008 e al gradimento per le formule espresso dai partecipanti, il Super Trofeo ASI si svolgerà di nuovo su sei prove, 3 al Nord, 2 al centro e una al Sud. Si tratta di gare molto strutturate, su due giornate, con lunghezza di almeno 150 km. che perciò richiedono un notevole impegno da parte dei Club organizzatori, prevedono con minimo di 35 prove, delle quali almeno un terzo con lunghezza di oltre 300 metri, con pressostati al centesimo di secondo.
Saranno ritenuti validi i punteggi di 4 gare, i concorrenti dovranno disputare almeno una prova in ognuna delle tre zone. Le gare in programma per il Trofeo Zanon saranno 14 con la ripartizione di 5 al Nord, 5 al Centro e 4 al Sud, ognuna della durata di due giorni, con un minimo di 23 prove, almeno un terzo delle quali di oltre 300 m. di lunghezza, con pressostati al centesimo di secondo. I concorrenti potranno registrare punteggi in sette gare, disputandone almeno una per ogni zona. La vera novità del 2009 è rappresentata dal Trofeo Marco Polo, il cui nome evoca il viaggio, la mobilità, la ricerca, la scoperta e nuovi contatti con culture, tradizioni e storia. Lo scopo di questo nuovo Circuito è quello di spingere i Club ad promuovere eventi turistici, da sempre anima dell’ASI, che offrano ai partecipanti la possibilità di entrare in luoghi esclusivi, visitare Musei e Mostre, partecipare attivamente a convegni e tavole rotonde, essere protagonisti dell’evento, stabilendo contatti con personaggi estranei al nostro mondo. I tesserati che parteciperanno ad almeno cinque eventi del Marco Polo, riceveranno uno speciale riconoscimento dall’ASI, mentre i Club che si distingueranno sul piano della qualità saranno premiati e riceveranno contributi dall’ASI. La Stagione dei tre Trofei inizierà con Rally dell’Amicizia il 18/19 aprile – Trofeo Marco Polo – e terminerà con il Trofeo Terminillo il 21/22 novembre Trofeo Zanon. Tra queste due gare altri 39 eventi che vedranno impegnati Club e appassionati, che sotto la supervisione dell’ASI daranno vita, anche nel 2009, ad una ricca attività che porterà in ogni angolo d’Italia il messaggio di cultura, tecnologia, estetica e storia, che caratterizza le auto storiche ASI. Si tratta di veicoli controllati e correttamente conservati, secondo quei canoni che fanno si che il nostro Paese possa vantare un parco di veicoli storici tra i più importanti al mondo, sotto il profilo quantitativo e soprattutto qualitativo, potendo contare su oltre 45.000 veicoli omologati.

Fioccano i momenti di festa

Rieti e Terminillo, fioccano i momenti di festa
A Rieti e Terminillo è tutto pronto per un fine d’anno all’insegna del divertimento e della buona musica. E’ stata presentata in una conferenza stampa dall’assessore alle Attività Socio-Culturali e Ricreative Lidia Nobili la programmazione dei prossimi eventi inseriti nella rassegna “Terminillo, Natale in alta quota” e che vedrà in scena gruppi di artisti, musicisti e cantanti del Reatino. “I vari appuntamenti vogliono soddisfare le aspettative dei cittadini di tutte le età – spiega l’assessore Nobili – con l’obiettivo di allietare in primo luogo chi per vari motivi in questi giorni non potrà allontanarsi dal nostro territorio.

Anche al Terminillo si esibiranno tanti reatini che potranno esprimere la loro musica, i loro canti e le loro rappresentazioni: un motivo in più per non perdere i vari eventi”. Ed eccoli, i vari appuntamenti in alta quota. Le buone condizioni delle piste terminillesi faranno da sfondo alla “Fiaccolata Vin Brulè”, oggi alle 18 in piazzale Togo, a cura dell’associazione A.Gi.Te & Comitato Antimonio. Il 2 gennaio il Concerto di Capodanno (alle 18 al Palazzo del Turismo) vedrà la partecipazione ella banda musicale “Città e Provincia di Rieti” diretta dal maestro Giancarlo Cecca, musiche di Puccini, Bellini, Smith, De Hann ed Evers. La chiusura spetterà al Coro C.A.I. diretto dal maestro Serena Bassano, nella chiesa di San Francesco (sabato 3 gennaio alle 17). “Ci esibiremo con il nostro coro polifonico a ventotto voci – dichiara Serena Bassano – spaziando in un repertorio ricco di brani che esprimeranno sentimenti per la montagna e per la patria in vari dialetti, da quello abruzzese, a quello sardo, dal siciliano al dialetto reatino, con la nostra versione dell’Invito al Terminillo”. Tornando al capoluogo, l’evento clou appare senza ombra di dubbio la festa in piazza Vittorio Emanuele II nella notte di San Silvestro. Domani, dalle 22, sotto l’enorme stella cometa sospesa di fronte al Municipio, spazio alla musica dell’orchestra spettacolo Superstar ed ai balli delle ragazze italiane. Tra un brindisi e l’altro, subito dopo la mezzanotte, gli immancabili fuochi d’artificio curati per questa edizione dalla ditta Maria Assunta Morsani. Giovedì 1° gennaio anche Rieti avrà il suo Concerto di Capodanno, in versione jazz. Ad esibirsi (per la prima volta nella suggestiva atmosfera della chiesa di Santa Lucia la “Blue Side Big Band”, che dalle 18 si esibirà in una carrellata di brani che andranno un po’ al di fuori della classica tradizione viennese, proponendo il suo jazz ricco di pezzi storici e brani originali composti proprio dalla band reatina, tra le poche orchestre stabili, nel suo genere. “Ci saranno brani di Mingus, Gershwin ed Ellington – anticipa Stefano Cacciagrano, direttore artistico della band – accanto ad inediti del nostro gruppo che vogliono affiancare alla spensieratezza di questo giorno di festa, riflessioni sulle problematiche più attuali: dalla discriminazione razziale, alla condizione della donna, alle tematiche inerenti la famiglia. Suoneremo infatti anche pezzi che inseriremo nel nostro prossimo cd, la cui uscita è prevista intorno alla metà del 2009”. L’arrivo della Befana in piazza del Comune il 6 gennaio (dalle 15 in poi) porterà via con sé le feste in un pomeriggio tutto dedicato ai più piccoli. Lo spettacolo musicale con i Paradise, i giullari della Befana e l’animazione dell’associazione ReArte faranno compagnia ai bambini tra cenere e carbone zuccherato. All’incontro ha partecipato anche il sindaco Giuseppe Emili il quale ha invitato la cittadinanza a partecipare alle iniziative in cartellone per dare il benvenuto al 2009. “Con i suoi addobbi Rieti in questi giorni è un incanto – dichiara Emili – stiamo ricevendo tanti complimenti dai turisti che stanno visitando il nostro territorio, anche grazie alle abbondanti nevicate che hanno interessato le nostre montagne. Speriamo ci sia un’ampia partecipazione, anche perché il programma allestito per accompagnare queste festività è accattivante e offre una vetrina importante a tanti artisti locali”.